Comune di Avellino, avviso pubblico per l’acquisto di immobili da destinare all’edilizia residenziale pubblica

Comune di Avellino, avviso pubblico per l’acquisto di immobili da destinare all’edilizia residenziale pubblica

3 Agosto 2020

In seguito all’enorme partecipazione riscontrata al nuovo bando di assegnazione alloggi, il Comune di Avellino ha indetto un avviso pubblico teso ad acquisire l’eventuale disponibilità alla vendita di soggetti privati o pubblici di alloggi o complessi immobiliari potenzialmente idonei per l’edilizia residenziale pubblica.
L’obiettivo è quello di far fronte all’emergenza abitativa vissuta dalla città di Avellino, restando fedeli all’idea del consumo di suolo zero, più volte espressa da questa Amministrazione.
Le eventuali proposte di vendita dovranno riguardare alloggi o complessi immobiliari già realizzati, o in fase di realizzazione o recupero, la cui data di ultimazione dei lavori dovrà avvenire entro 12 mesi dalla scadenza della procedura.
Gli alloggi dovranno essere ubicati nel Comune di Avellino; inoltre dovranno essere inseriti in un’area servita da tutte le opere di urbanizzazione primaria e situati in uno stabile privo di barriere architettoniche.
Il prezzo massimo riconoscibile sarà determinato in base all’art. 4, comma 5 dell’allegato “A” della Delibera di Giunta Regionale n. 279 del 24/06/2019 e terrà conto delle prestazioni energetiche dei fabbricati, della normativa sismica e di quella sulla sicurezza.
I proprietari interessati alla cessione dovranno far pervenire la propria proposta di vendita entro le ore 12 del giorno 14/09/2020 al Comune di Avellino, a mano presso l’Ufficio Protocollo, o tramite raccomandata con ricevuta di ritorno o corriere.

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

per l’acquisto di unità immobiliari di proprietà privata da
destinare ad alloggi di edilizia residenziale pubblica
Il Comune di Avellino, al fine di fronteggiare l’emergenza
abitativa

Vista la pressante richiesta di alloggi ERP da parte di
cittadini e di famiglie da tempo in lista d’attesa;

Vista la nota prot. 22903 del 18/04/2020;

Vista la comunicazione della Regione Campania del
10/06/2020- Direzione Generale per il Governo del
Territorio;

Vista altresì la enorme partecipazione al nuovo bando di
assegnazione alloggi;

Visto che l’art. 29 del Regolamento Regionale 28 ottobre
2019 n.11 al comma 13 evidenzia che l’implementazione del
patrimonio comunale di ERP deve essere fatto attraverso
Programmi di acquisto e, solo in mancanza di adeguata
offerta di mercato, attraverso la realizzazione di nuovi
alloggi.
intende acquisire, mediante avviso pubblico, la disponibilità
alla vendita da parte di soggetti privati o pubblici di
alloggi e/o complessi immobiliari potenzialmente idonei per
l’edilizia residenziale pubblica.
L’interesse è rivolto esclusivamente a complessi immobiliari
già realizzati ovvero in fase di realizzazione e/o recupero
dei quali il Comune intende identificare le migliori
condizioni negoziali ed individuare il miglior percorso operativo per realizzare il proprio obiettivo di acquisizione

degli immobili.

La proposta di vendita dovrà riguardare:

• alloggi nuovi già ultimati e pronti alla consegna;

• alloggi ristrutturati già ultimati e pronti alla consegna;

• alloggi nuovi in fase di realizzazione la cui data di

ultimazione dei lavori dovrà avvenire entro il termine

massimo di 12 mesi dalla scadenza della procedura di che

trattasi;

• alloggi in fase di ristrutturazione la cui data di

ultimazione dei lavori dovrà avvenire entro il termine

massimo entro il termine massimo di 12 mesi dalla scadenza

della procedura;

Caratteristiche degli alloggi:
• essere ubicati nel comune di Avellino;
• rientrare al momento dell’acquisto nelle categorie
catastali A2, A3, A4;
• essere idonei ad essere assegnati nel momento in cui
vengono acquisiti;
• essere integralmente liberi da pesi, ipoteche (ad
eccezione di ipoteche volontarie relative alla
realizzazione del bene, le quali dovranno essere estinte
prima della cessione dello stesso), gravami e vincoli di
qualsiasi natura e specie. In caso di presenza estinzione
entro la data di acquisto;
• essere liberi da persone e cose alla data della stipula
del contratto di compravendita;
• essere edificati in conformità allo strumento urbanistico
ed alle norme in materia di edilizia e sicurezza;

• essere provvisti di idoneo e valido titolo edilizio.
Qualora si tratti di immobili in corso di ultimazione
dovrà essere garantita l’agibilità al momento
dell’acquisto;
• essere inseriti in un’area servita da tutte le opere di
urbanizzazione primaria;
• essere dotati di impianti idraulici, elettrici di
adduzione gas e di riscaldamento conformi alle vigenti
prescrizioni legislative e accompagnati dalle prescritte
certificazioni di cui al D.M. 37/08 e s.mm.ii;
• essere dotati di contabilizzazione individuale
sull’impianto idrico e su impianti centralizzati di
riscaldamento o dotati di riscaldamento autonomo;
• rispettare il D.Lgs.192/05 e successive modifiche ed
integrazioni;
• essere forniti dell’attestato di prestazione energetica
che certifichi la classe energetica di appartenenza di
ciascun alloggio;
• essere situati in stabile privo di barriere
architettoniche ai sensi della Legge 13/89;
• qualora ultimati, essere allacciati ai servizi (es.:
acqua, gas, energia elettrica, telefono, fognatura).

Gli alloggi, dovranno corrispondere alla normativa vigente
tecnica ed acustica, antisismica di cui alla L.1086/1971 e
successive modifiche ed integrazioni ed al D.P.C.M. 5/12/1997
e successive modifiche ed integrazioni; qualora siano in corso
di costruzione, la data di ultimazione dovrà avvenire entro il
termine massimo di 12 mesi.
Nel caso in cui un immobile sia stato realizzato con
contributi o finanziamenti pubblici il prezzo richiesto in
sede di offerta deve essere decurtato del contributo originariamente ottenuto, definito applicando le modalità di
calcolo di cui alla D.G.R. n. 470 del 03/12/2014.

PREZZO MASSIMO RICONOSCIBILE
Il prezzo massimo riconoscibile sarà determinato sulla base di
quanto previsto dall’art. 4 comma 5 (“In caso di acquisto
diretto sul mercato di alloggi ultimati ed immediatamente
assegnabili, il costo a mq di s.c. non può eccedere il prezzo
medio di mercato per le abitazioni di tipo civile rilevato
dalla Banca dati delle quotazioni immobiliari dell’Agenzia
delle Entrate nella zona e nel trimestre di riferimento”)
dell’allegato “A” della Delibera di Giunta Regionale n. 279
del 24/06/2019 – Disciplina Regionale inerente le
caratteristiche progettuali e i limiti di costo degli
interventi di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata e
agevolata – pubblicata sul B.U.R.C. n°38 del 1 luglio 2019.
Tale prezzo tiene conto delle prestazioni energetiche dei
fabbricati, della normativa sismica e di quella sulla
sicurezza che dovranno essere dichiarate.
Termini e modalità di presentazione della manifestazione
d’interesse
I proprietari interessati alla cessione dei loro fabbricati
e/o quanti ritengono di poter disporre degli immobili entro la
data di consegna prevista, dovranno far pervenire proposta di
vendita entro le ore 12 del giorno 14/09/2020 presso il Comune
di Avellino:

a mano all’Ufficio Protocollo del Comune di Avellino

a mezzo di raccomandata con ricevuta di ritorno farà fede
la data e l’ora di arrivo e non quella di spedizione;

mediante corriere; farà fede la data e l’ora della
ricevuta di avvenuta consegna.
Non saranno prese in considerazione le manifestazioni di
interesse pervenute oltre i termini sopra indicati.
L’inoltro della manifestazione di interesse è a completo ed
esclusivo rischio dell’operatore economico richiedente,
restando esclusa qualsivoglia responsabilità
dell’Amministrazione ove, per disguidi postali o per qualsiasi
altro motivo di diversa natura, il plico non pervenga
all’indirizzo di destinazione entro il termine perentorio
sopra indicato.
La busta, idoneamente sigillata dovrà recare al suo esterno, a
pena di esclusione, l’indicazione del mittente e la seguente
dicitura “MANIFESTAZIONE D’INTERESSE PER LA CESSIONE DI
IMMOBILI AD USO ERP”.
All’interno del plico, oltre alla documentazione generale
richiesta, devono essere inserite tutte le schede di ogni
singolo alloggio proposto. Per ciascun edificio, oggetto di
ogni singola manifestazione d’interesse, deve essere
presentata una distinta scheda per ciascuna unità immobiliare
(alloggio) secondo le modalità seguenti.
Ogni operatore economico potrà presentare più manifestazioni
d’interesse con buste separate.
Le manifestazioni di interesse dovranno contenere:

identificazione degli immobili interessati (n°piani,
n°alloggi S.C. totale degli alloggi e delle relative
pertinenze con planimetria completa, eventuale
documentazione fotografica e identificativi catastali
se già accatastati;

dichiarazione in ordine al possesso da parte dei
proponenti dei requisiti di vendita;

dichiarazione del prezzo richiesto, con particolare
riguardo alle condizioni di vendita, di cui agli
articoli precedenti.
Tutti i moduli dovranno essere debitamente compilati e
sottoscritti del sottoscrittore e dovranno, altresì, essere
corredati dalla sua fotocopia del documento d’identità. Il
proponente dovrà possedere i requisiti indicati nella
Manifestazione di interesse.
Le istanze e le dichiarazioni sostitutive dell’atto di
notorietà vanno presentate secondo quanto previsto dall’art.
38 del D.P.R. 445/2000.
Per quanto riguarda tutte le certificazioni relative agli
immobili le stesse dovranno essere presentate successivamente
al momento dell’ eventuale acquisto.

SELEZIONE DELLE PROPOSTE
Al ricevimento delle manifestazioni d’interesse, scaduto il
termine indicato, verrà nominata un’apposita Commissione,
presieduta dal Dirigente del Settore Politiche della casa, che
esaminerà singolarmente le manifestazioni d’interesse.
L’esito della verifica delle manifestazioni di cui al presente
articolo verrà approvato dal Dirigente competente e
successivamente pubblicato nel sito dell’Amministrazione.

ALTRE INFORMAZIONI
Il presente avviso, finalizzato a una ricerca di mercato, non
costituisce proposta contrattuale e non vincola in alcun modo
il Comune di Avellino che sarà libero di avviare altre
procedure.

Pertanto, il presente Avviso non comporta nessun obbligo per
il nei confronti dei soggetti interessati, ne’ per questi
ultimi alcun diritto a qualsivoglia prestazione da parte
dell’Amministrazione comunale.
Il Comune di Avellino si riserva di interrompere in qualsiasi
momento, per ragioni di sua esclusiva competenza, il
procedimento avviato, senza che i soggetti richiedenti possano
vantare alcuna pretesa, consentendo, su specifica richiesta
dei manifestanti la restituzione della documentazione
eventualmente già inoltrata, senza che ciò possa costituire
diritto pretesa di qualsiasi risarcimento, indennizzo o
rimborso dei costi ovvero delle spese eventualmente sostenute
dal manifestante o da eventuali aventi causa.
Il Comune di Avellino, inoltre, si riserva la facoltà – al
termine dell’esame delle manifestazioni d’interesse
conseguenti la presente procedura ed entro 180 giorni,
rinnovabili per eguale periodo, dalla pubblicazione dell’esito
del presente Avviso – di proseguire, tramite trattativa
privata con tutti o alcuni degli operatori di cui all’elenco
delle manifestazioni d’interesse ricevute e ritenute
rispondenti a quanto richiesto ai punti A e B dell’art.
precedente, per l’acquisto di immobili fra quelli individuati,
come da elenco approvato dal competente organo comunale, con
la presente procedura.
A tale scopo s’informa sin da ora che la procedura per la
valutazione della manifestazione d’interesse terrà in
considerazione i seguenti criteri preferenziali:
• alloggi inseriti nell’ambito dello stesso fabbricato e/o
complessi immobiliari o in un’intera porzione di
fabbricato con accesso ad essa dedicato con autonomia
funzionale ed autonomamente gestibili
• numero maggiore degli alloggi proposti;
• economicità dell’offerta
• tipologia/dotazioni degli alloggi;
• data di realizzazione degli alloggi;
Si avvierà la trattativa anche in presenza di una sola Offerta
valida, sempre che sia ritenuta congrua e conveniente.
Il Comune di Avellino si riserva la facoltà di non procedere
al prosieguo della procedura, se riterrà non conveniente per
l’Ente le offerte.
Responsabilità del procedimento
Responsabile del procedimento è la Responsabile del Servizio
Politiche Abitative arch. Antonietta Freda.
Informazioni e chiarimenti
Informazioni e chiarimenti relativi alla procedura potranno
essere richiesti per iscritto al Responsabile del Servizio
arch. Antonietta Freda, domiciliato presso il Comune di
Avellino, Piazza del Popolo n.1 – 83100 Avellino, tel.
0825/200740; indirizzo di posta elettronica:
antonietta.freda@comune.avellino.it almeno 7 (sette) giorni
prima della scadenza del termine fissato per la presentazione
delle proposte.
Non saranno, pertanto, fornite risposte ai quesiti pervenuti
successivamente al termine indicato.
ACCESSO AGLI ATTI
Salvo quanto espressamente previsto dall’art. 53 del Codice
dei contratti pubblici, D.Lgs. n.50 del 18 aprile 2016, il
diritto di accesso agli atti della procedura di Gara, ivi
comprese le Offerte, è disciplinato dalla L. 241/1990 e
ss.mm.ii.
TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Ai sensi del D.Lgs. 101/2018 e ss.mm.ii. si provvede
all’informativa facendo presente che i dati personali forniti
dai proponenti saranno raccolti e conservati dal RUP.
Il trattamento dei dati personali (registrazione,
organizzazione, conservazione) svolto con strumenti
informatici e/o cartacei idonei a garantire la sicurezza e
riservatezza dei dati stessi, potrà avvenire sia per finalità
correlate alla procedura.
La comunicazione dei dati conferiti a soggetti pubblici o
privati sarà effettuata nei soli casi e con le modalità di cui
al Codice privacy.
In relazione al trattamento dei dati conferiti, l’interessato
gode dei diritti previsti dal Codice privacy tra i quali
figura il diritto di accesso ai dati, che lo riguardano, il
diritto di rettificare, aggiornare, contemplare i dati
erronei, incompleti o inoltrati in termini non conformi alla
legge, nonché il diritto di opporsi al loro trattamento per
motivi legittimi.
La presentazione dell’Offerta da parte dei privati attesta
l’avvenuta presa visione delle modalità relative al
trattamento dei dati personali, secondo quanto previsto dal
Codice privacy, al quale si rinvia per tutto ciò che non è
espressamente disciplinato dal Disciplinare.