Comune di Atripalda. E’ bufera sul post dell’assessore

Comune di Atripalda. E’ bufera sul post dell’assessore

18 Marzo 2015

Post su facebook, in perfetto stile Lega Nord, dell’assessore del comune di Atripalda, Antonio Prezioso, che prende di mira gli immigrati in Italia.

Autore dell’imbarazzante intervento dal sapore vagamente reazionario, certamente demagogico e populista. l’assessore all’ambiente, Antonio Prezioso, da sempre politicamente schierato a destra, oggi esponente di una giunta di centrosinistra.

Dopo l’ordinanza choc del sindaco di Flumeri che a gennaio aveva imposto l’uso dei giubbotti catarifrangenti agli extracomunitari ospiti del comune della Baronia, Antonio Prezioso si è scagliato contro i profughi di Bisaccia che in mattinata hanno occupato la statale 303 per manifestare contro la condizione di abbandono in cui sono costretti presso il centro di accoglienza Sprar.

Per l’amministratore di Atripalda, la soluzione al problema degli immigrati ospiti in Irpinia sarebbe quella di rimandarli a casa sui barconi considerato che per molti italiani non sussistono nemmeno le condizioni di disagio e precarietà che i profughi hanno segnalato con il blocco stradale.

Dopo il post dell’assessore che aveva condiviso un articolo dei colleghi di OttopagineEvidentemente stavano meglio nei paesi di provenienza…..riprendete il barcone e tornatevene a casa che tanti italiani non hanno neanche una sistemazione definibile “disagiata” a seguire, non sono mancati commenti ancora più duri all’indirizzo degli extracomunitari dal sapore chiaramente razzista.

Un amico Facebook dell’assessore A.C. ha scritto Dateli fuoco che creano solo problemi e noi ne teniamo già molti. Questi non servono”.

A quel punto è arrivata la bacchettata del collega giornalista Gaetano Amato ” ma tu saresti un amministratore pubblico ? ” ed ancora “pensi anche che abbia ragione chi prima di me ha scritto “dateli fuoco”?

Solo a quel punto si è registrata una piccola retromarcia dell’assessore

Assolutamente no, non condivido certe affermazioni.”

La dichiarazione sicuramente scatenerà un acceso dibattito politico in seno al consiglio comunale di Atripalda, non senza creare imbarazzo alla coalizione di maggioranza dove figurano forze politiche che fanno del principio dell’accoglienza uno dei capisaldi della propria azione politica.

In nottata, l’assessore ha rimosso il post.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

<