Commissione Trasparenza, le precisazioni di Vecchione: “Organismo d’indirizzo e controllo, non d’inchiesta”

0
1564

Si riporta la nota della consigliera comunale di Avellino Giovanna Vecchione, componente della II^Commissione Consiliare.

Alcuni membri dell’organismo consiliare che si è riunito questa mattina, come da consuetudine, utilizzano argomenti per poter fare uscite giornalistiche ad effetto. L’assenza del dirigente Smiraglia per malattia è stata infatti del tutto strumentalizzata.

A prescindere da questo, episodio grave per quanto mi riguarda, è stata avallata dal Presidente Iacovacci la votazione sull’eventualità di un esposto nei confronti dell’IDC Giovanni d’Agostino per alcune dichiarazioni rese al quotidiano Il Mattino domenica scorsa.

Le commissioni hanno poteri di indirizzo e di controllo e non di inchiesta. Per queste ultime ci sono le autorità competenti, e quando ci sono profili di reato o illeciti invitiamo noi stessi gli inquirenti a fare chiarezza.

Ho quindi contestato con forza l’accaduto, ma sia ben chiaro non ho contestato le tematiche che vengono portate in Commissione, tutte lecite, bensì le votazioni che vengono autorizzate e che non sono assolutamente di competenza della II Commissione, ma ripeto che sono tematiche di competenza solo ed esclusivamente delle autorità giudiziarie preposte.

Per questo ho diffidato il Presidente della Commissione a non voler più porre in essere tale tipologia di votazione. Con questi atteggiamenti si rischia di lanciare messaggi fuorvianti ai nostri concittadini, poiché si rischia di usare le commissioni a scopo personale e strumentale.

Inoltre ho riscontrato un atteggiamento poco collaborativo, in quanto non ho potuto visionare i verbali delle precedenti sedute di commissione dopo averlo richiesto a verbale nella scorsa seduta del 18 marzo. E’ pur vero che il Regolamento delle Commissioni non prevede una tempistica precisa per il deposito dei verbali delle sedute di commissione, ma mi chiedo il perché di questa inadempienza.