“Comete d’Irpinia”, domani la Prefettura apre i suoi spazi alla cittadinanza

0
389

“Comete d’Irpinia”, domani la Prefettura apre i suoi spazi alla cittadinanza. Nel chiotro, una giornata di arte, artigianato, musica e solidarietà.

Porte aperte ad un evento fortemente voluto dal Prefetto, con la collaborazione di istituzioni, scuole, associazioni ed artisti del territorio per coinvolgere, pur sempre nel rigoroso rispetto della normativa anti Covid, la comunità irpina e le sue eccellenze grazie alla presenza di diverse realtà locali, ma anche con il prezioso contributo di opere presepiali realizzate a cura del personale della Questura, dell’Arma dei Carabinieri, dei Vigili del Fuoco e dei militari della Caserma Berardi.

E stata fondamentale la piena disponibilità offerta da maestri presepiali irpini, da artigiani del territorio con opere su temi di grande attualità, ancor più oggetto di riflessione alla luce dei valori espressi dal Natale, nonché la sentita adesione degli studenti dell’I.S.I.S.S. P. A. De Luca di Avellino, dell’I.I.S.S. di Grottaminarda e dell’I.I.S. A.M. Maffucci di Calitri che hanno contribuito con le loro idee originali.

La manifestazione punta a dare luce, come Comete di Avvento che accompagnano i visitatori in un percorso comune, all’antica tradizione del Natale, ma anche all’originalità ed alla qualità delle rappresentazioni artistiche ed artigianali d’Irpinia, ed a mettere in risalto, al contempo, lo spiccato senso di ospitalità ed accoglienza di una terra che ha offerto modelli virtuosi di integrazione ed inclusione grazie ad associazioni che offrono accoglienza a persone in condizioni di fragilità. E’ questa l’atmosfera solidale che si invita a respirare nel Chiostro della Prefettura.

Dopo lo scambio degli auguri tra il Prefetto e le Autorità presenti, sarà aperta alla cittadinanza sia al mattino (11.30-13.30) che al pomeriggio (16.00-18.30) per consentire di visitare l’esposizione secondo un percorso guidato che sarà anche allietato dal coro Eleonora & Friends Quartet Gospel e da un intrattenimento con momenti di danza, Sulle note di Euterpe e Tersicore… musica, danza e scintille, e di musica.

L’evento è stato reso possibile dalla sinergia tra Prefettura, Fondazione Sistema Irpinia, Irpinia 2000 Onlus con le associazioni operanti nell’ambito del sistema dell’accoglienza integrata di Sant’Angelo dei Lombardi, Sant’Andrea di Conza e Bisaccia, l’Archeoclub di Avellino, l’Associazione UGAI-Garden Club Verde Irpinia e tutti gli artisti che hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa.

Il percorso espositivo di arte ed artigianato all’Interno del Chiostro è stato realizzato dalla curatrice Rossella Della Vecchia. Con la partecipazione degli artisti: Gabriella Aulisa, Luca Branca, Maria Rachele Branca, Flavio Grasso, Alessandra Lanzetta, Alessandro Petriello, Emiliano Stella ed Ernesto Troisi; Egidio Iovanna, Gaetano Branca e Vito Ferrante; Luigi Di Gugliemo e Concetta De Cecca.
Ed anche i maestri del presepe: Giovanna Caracciolo, Enzo Saccardo ed Andrea Montuori. Per l’intrattenimento musicale: il coro Eleonora & Friends Quartet Gospel e il sassofonista Michele Minale.

Anche Archeoclub di Avellino prenderà parte alla suggestiva kermesse natalizia organizzata e voluta dalla Prefettura di Avellino, proponendo un percorso artistico e culturale bipartito: “Alma mater…, il respiro del legno”, esposizione curata dallo scultore Luigi Di Guglielmo, e “Sulle note di Euterpe e Tersicore…, musica, danza e scintille”, che avrà per protagonista l’insigne maestro sassofonista Michele Minale.

Lo scultore Di Guglielmo, attraverso le sue opere, si propone di recuperare antichi manufatti, trasformandoli e reimpiegandoli, per conferire loro una nuova essenza e un rinnovato spirito vitale ed emozionale. Il maestro Minale, voce autorevole del panorama musicale, sarà protagonista, insieme alla danzatrice Sissi Menna, dello spazio artistico “Sulle note di Euterpe e Tersicore…”, che si concluderà con la coreografia dedicata alla madre Terra, anima mundi, e che vuol essere un omaggio al territorio irpino.

L’Archeoclub di Avellino ringrazia la Prefettura per avere reso possibile la realizzazione di uno spazio condiviso e interattivo e per aver aperto il suggestivo chiostro rendendo l’evento fruibile a tutta la cittadinanza e a quanti vorranno trascorrere una giornata immersi nell’essenza e nelle suggestioni della nostra Irpinia.