Come il progresso tecnologico incide sulle relazioni moderne

Come il progresso tecnologico incide sulle relazioni moderne

25 Febbraio 2021

Questo nuovo modo di stringere relazioni, che passa attraverso la tecnologia, ha influenza sul nostro modo di vivere? Quali sono gli aspetti positivi e negativi della tecnologia, e in particolare delle dating apps, sulle relazioni moderne? Secondo gli esperti di incontri di dammisesso, uno degli aspetti migliori del nuovo mondo digitale è l’incredibile varietà di servizi che ora attende i single in cerca di un partner online, letteralmente a portata di mano.

Incontri online vs incontri offline?

Gli incontri online nascono più di trent’anni fa, inizialmente come una specie di gioco e di sfida: l’obiettivo era, ed è ancora, far incontrare tra loro persone che hanno una potenzialità di funzionare in quanto coppia perché legate da determinate affinità. Oggi conoscere il proprio partner tramite un sito o app di incontri sta diventando uno dei modi principali di stringere relazioni, anche perché si pone in contrasto con il crescente isolamento e individualismo presente nella nostra società. In linea teorica le differenze tra una conoscenza online e offline non sono molte: si chatta per qualche giorno per poi sperimentare un normale appuntamento. Eppure, una differenza c’è! Le coppie moderne, proprio perché si conoscono basandosi su criteri di affinità, hanno le potenzialità e i rischi tipici delle persone molto simili. Più uniti, dunque, ma anche meno ricchi delle positive e interessanti contraddizioni che hanno sempre animato le relazioni umane.

Gli effetti delle app di incontri sulle relazioni umane

Le app di incontri sono una grande invenzione perché consentono alle persone di costruire un tessuto sociale ricco, contrastando gli aspetti più negativi della modernità: aumento dei contatti intimi e affettivi, costruzione di coppie più solide e durature, conoscenze romantiche più vicine geograficamente e più simili in termini di passioni e aspettative. A patto, però, che le app siano usate come veicolo per ottenere incontri, appuntamenti reali, e non come passatempo o palliativo contro la solitudine.

Esiste una categoria di persone, che vengono ironicamente chiamate “cenerentole digitali” le quali chattano online senza essere intenzionate a un reale incontro, manifestando così insicurezza ed infantilismo, e non parliamo poi dei catfish che uniscono spesso alla loro scarsa autostima un’abitudine a mentire: bisogna rendersi conto che le persone con cui si ha a che fare, anche se il primo contatto avviene tramite uno schermo, sono sempre reali.

Un altro rischio di utilizzare le dating app solo per passare il tempo e non per avere incontri reali è di trasformare questa abitudine in una vera e propria dipendenza dalla tecnologia.

Cosa dovremmo fare per contrastare la nostra dipendenza dalla tecnologia nelle relazioni personali?

La tecnologia non è cattiva: è solo uno strumento. Lo stesso vale per siti e app di incontri: se vengono utilizzati nel modo corretto provocano enormi vantaggi, se invece si passa il tempo a flirtare senza uscire mai di casa le cose vanno meno bene.

Molte persone con la dipendenza da tecnologia potrebbero usare le dating app e i social come uno schermo, un paravento per mascherare la propria paura di vivere una vita piena, reale, con le gioie e i dolori che comporta. È essenziale iniziare a intendere i social come un mezzo per conoscersi e vivere esperienze reali e non come sostitutivi della vita vera.

Contro la dipendenza da tecnologia sarà utile imparare a lasciare i nostri dispositivi lontano dal tavolo da pranzo, evitando di usarli in presenza di altre persone.

Abituiamoci poi, ogni giorno, a trascorrere almeno due ore offline, ad esempio uscendo per una passeggiata senza portare lo smartphone, o rischieremo di perderci cose molto più interessanti di quelle che siamo abituati a vedere su schermo.