Colore e materiali riciclati, “Fluid art” di Laura Sorrentino ad Avellino

0
776

Colore e materiali riciclati, “Fluid art” di Laura Sorrentino ad Avellino. A patrocinare il percorso espositivo della giovane artista l’associazione culturale “Orizzonti” e l’Ordine dei Giornalisti.

Sorrentino, dopo il successo della prima personale a Torre del Greco, sceglie Avellino come seconda tappa della sua mostra, aperta al pubblico dal 3 al 5 gennaio presso il Circolo della Stampa (Corso Vittorio Emanuele II, 6) dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00.

Avellino ha accolto la giovane artista negli anni della formazione e rappresenta il posto del cuore, lo scrigno naturale di stimoli visivi e ispiratore di astrazioni artistiche: la mostra avellinese è quindi un omaggio dovuto alla terra di adozione.
18 sono le opere che danno vita a Fluid art e che raccontano il percorso verso la maturità espressiva raggiunta dall’artista nonostante la giovane età.
Le sue opere spaziano tra l’acrilico e la tela ma la peculiarità sta nell’utilizzo della carta riciclata, non come cartapesta, ma trattata come materia viva da plasmare in sculture o da fondere con il colore attraverso la tecnica “fluid”, un marchio stilistico che rende l’artista riconoscibile e unica nel panorama contemporaneo.

ll suo repertorio iconografico spazia dalla rilettura personale e onirica di paesaggi naturali, alla rappresentazione di paesaggi interiori, fino alla denuncia di una società dissennata e arrogante che ancora discrimina la diversità e ancora infligge ferite all’ecosistema.

Laura, che ha completato la sua formazione presso l’Accademia delle Belle Arti a Roma e poi a Napoli, ha riversato precocemente la sua passione comunicativa nella ricerca di forme espressive originali, sperimentando tecniche sempre nuove e testimoniando insieme versatilità e tensione innovativa.

Al vernissage che aprirà la mostra il 3 gennaio alle ore 17,30 saranno presenti, oltre che l’artista, il Maestro Giovanni Spiniello e i presidenti degli enti patrocinatori.