CM Ufita, la nota dei sindacati Fai, Flai e Uila

0
1

Ariano I. – “Il Presidente della Comunità Montana Ufita Oreste Ciasullo ha le idee molto confuse su quello che è il ruolo del sindacato”. Così in una nota congiunta i sindacati FAI-FLAI-UILA. “Le nostre lotte nei confronti della Regione Campania, a tutela e difesa dei lavoratori forestali – continua la nota – sono incentrate su quella che è la nostra funzione: il piano di forestazione Regionale e la garanzia occupazionale degli addetti. I problemi che ha la Comunità Montana Ufita con la Regione Campania sulla contabilizzazione dei fondi stanziati per il settore forestale, sulla autorizzazione o meno alla assunzione degli interinali, sono materia prettamente di competenza del Presidente Ciasullo e della sua Giunta. A loro chiediamo solo, per l’ennesima volta, cosa hanno fatto per recuperare i crediti che sostengono di vantare nei confronti della Regione Campania? Perché non chiariscono con gli organi regionali l’intera problematica sull’utilizzo dei fondi per la forestazione? Gli ultimi fondi stanziati dalla Regione Campania sono stati assegnati agli Enti Delegati in sofferenza, a parziale copertura per le retribuzioni dovute agli operai per l’anno 2011. Tra questi non vi è la Comunità Montana Ufita, in base a quanto conteggiato dagli uffici competenti Regionali. Il risultato attuale è che i lavoratori forestali OTI dipendenti della Comunità Montana Ufita sono senza retribuzione da gennaio 2012, e gli operai stagionali sono stati avviati al lavoro solo per 10 giornate. Come sindacato, su queste vicende, abbiamo invitato la Regione Campania a commissariare gli Enti inadempienti, affinchè non siano sempre i lavoratori a pagare le negligenze degli altri. Infine, non per polemizzare, va detto che ai nostri iscritti siamo abituati a descrivere la realtà dei problemi, non a fuorviarli scaricando colpe che in ogni caso non possono esserci attribuite”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here