C.M. Serinese-Solofrana: rischio idrogeologico, si cercano soluzioni

0
4

La Comunità montana “Serinese – Solofrana” contribuirà alla causa riguardante il rischio idrogeologico e su questo tema delicato, interverrà sul territorio pedemontano locale con una briglia destinata a bloccare l’ avanzata dei detriti a valle. Sul progetto interviene l’ assessore ai lavori pubblici Antonio De Vita precisando: “L’opera di messa in sicurezza che si sta mettendo in essere in via Cortine del Cerro, servirà a gestire il rischio idrogeologico in un’area che in passato ha creato non pochi problemi in fatto di regimentazione delle acque”. La zona è interessata da una serie di lavori che hanno visto l’ attuazione di due briglie atte a frenare il cammino a valle dei detriti. Una terza briglia sarà cantierata dall’ ente montano. “Oltre ai freni – assicura De Vita – interverremo sulla regimentazione e canalizzazione delle acque piovane provenienti dalla Scorza e da via Cortine del Cerro” . Il fine dei lavori è quello di indirizzare le acque piovane nel vallone dello “Spirito Santo” per poi farle affluire nel torrente Solofrana. L’ assessore ricorda che è stato valutato la piantumazione di alberi per stabilizzare gli argini realizzati. “Sono questi – ricorda De Vita – interventi per evitare problemi ai residenti. Naturalmente si fa il possibile visto che il suolo è caratterizzato da un profondo strato roccioso, che ha creato difficoltà pure agli interventi del Commissariato realizzati in zona ed attinenti lo sdoppiamento della rete fognaria civile ed industriale. Senza contare che in quell’ area c’ è un’ ampia rete de sottoservizi”. L’ assessore all’ ambiente aggiunge che ci saranno ulteriori interventi “sul fronte della messa in sicurezza”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here