Cittadella-Avellino 2-2, Laverone onesto: “Non meritavamo il pareggio”

0
69

L’inviato a Cittadella, Claudio De Vito – Il nuovo inizio – come lo ha definito Walter Novellino – dell’Avellino è targato Lorenzo Laverone: doppio destro, Cittadella stoppato dopo tre vittorie consecutive e gioia incontenibile. Il destro, già, come quello sporco del 15 ottobre che aveva illuso tutti di aver portato a casa il derby con la Salernitana. Andò a finire male con una coda velenosa cancellata da un altro destro, quello più importante di giornata in pieno recupero.

“Speriamo sia la chiusura di un ciclo negativo per noi e la ripresa di un qualcosa che abbiamo lasciato in sospeso, dobbiamo recuperare l’entusiasmo dei primi periodi sia da parte nostra che dei tifosi” ha affermato l’esterno toscano. “Sembravamo spacciati ed invece abbiamo recupero il risultato con il cuore ed il carattere – ha aggiunto – dobbiamo migliorare tanto però, non meritavamo di pareggiare bisogna essere onesti, sotto l’aspetto mentale questo risultato ci dà una grossa spinta”.

“Questa partita ci deve cambiare a livello di testa perché non siamo quelli di oggi o di altre partite giocate male – ha spiegato Lorenzo Laverone – spero sia un punto di riunione con i nostri tifosi perché già sabato avremo bisogno di loro e del loro sostegno. Le critiche dopo il derby ci hanno fatto male, ci siamo presi le nostre responsabilità ma per due mesi non è facile giocare sotto i fischi, ciò va a svantaggio di tutti. Dobbiamo essere uniti”.