“Che rottura di cordoli”, Festa sull’episodio in città. “Metro leggera, abbiamo l’onere di farla partire”

0
1413

“Purtroppo continuiamo a registrare episodi di cui si rendono autori questi imbecilli”. Così il sindaco Festa ha commentato l’ennesimo atto vandalico verso i cordoli installati in città per la metro leggera.

“Non so cosa vogliano dimostrare se non la loro idiozia – ha continuato -. Invece colgo con positività la reazione della mia comunità, l’indignazione. Ovviamente, come accaduto per la vicenda del suv, speriamo di riuscire a pescare questi idioti e a sanzionarli, perché è importante che questi gesti non rimangano impuniti”.

Sulla realizzazione della metro leggera, il primo cittadino ha sottolineato: “Progetto e costi uguali da 20 anni. Noi lo abbiamo ereditato e abbiamo il compito di realizzare l’intervento, farlo partire, per ora reperendo i fondi per sei mesi, e gestirlo. Abbiamo avuto l’onere di completare l’opera per non restituire 20 milioni di euro alla Comunità Europea”.

“I cambiamenti – ha specificato Festa – comportano sempre disagi, anche quando fu chiuso il Corso ci furono grandi proteste, oggi impensabile poterlo riaprire. Anche la metro leggera è un esperimento che ci avvicina alla mobilità sostenibile, una sfida coraggiosa. Al momento non abbiamo altro compito se non quello di provarci. Siamo in partenza verso le nuove abitudini e spero che la mia comunità riesca a raccogliere questa sfida sapendo che è complicata, ma che c’è un’amministrazione che ha avuto il dovere di far partire l’opera, così come quello di trovare parcheggi. Quelli che sarebbero dovuti essere costruiti dopo il terremoto non sono mai stati realizzati. Questa amministrazione ne ha realizzato uno in piazza Kennedy, un altro è in procinto a campetto Santa Rita, poi il Mercatone. Abbiamo circa 500 posti auto in più in città, non mi sembra marginale”.