Cesinali – ‘Brillanti a colazione’: si ride sui casi della vita

0
5

Cesinali – Sarà il noto attore campano Benedetto Casillo ad interpretare, domani sera, l’esilarante commedia “Brillanti a colazione”. Una trama semplice, bizzarra, non priva di improvvisi colpi di scena, trovate ingegnose, battute fulminanti e ritmi serrati. Per ridere di gusto, in modo genuino, pulito, senza volgarità nel solco della più nobile come insegna la tradizione napoletana. A casa di Gaetano Cammarota fervono i preparativi per festeggiare il ritorno dall’America del ricco cugino Antony: carico di denaro, in precarie condizioni di salute, ma soprattutto solo al mondo. Gaetano è l’unico parente che gli è rimasto, ed è ben lieto di accoglierlo all’interno della sua famiglia, finché il destino vorrà. Un bel gesto di affetto e generosità…non del tutto dettato dal cuore. Forse Gaetano è incentivato anche dal fatto di essere l’unico e legittimo erede di Antony? E poi Gaetano è bisognoso di un aiuto economico che possa garantirgli un sostentamento adeguato. Lui nella vita non ha mai avuto molta fortuna. È vero pure che non l’ha nemmeno cercata. Vive di espedienti. Si arrangia. Stenta. Vive alla giornata. Ed è perseguitato da un esercito di creditori pronti a fargli la pelle. L’eredità di Tony capita, come si suol dire ‘a fagiolo’ (come tutte le rappresentazioni c’è un piccolo intoppo che turba la felicità di Gaetano). Antony ha investito tutti i suoi milioni per l’acquisto di un grosso brillante. Una grossa quantità di soldi per una pietra…seppur preziosa. Una mattina a colazione, abbagliato dallo splendore del brillante, Antony lo ha inavvertitamente ingoiato al posto di una fetta biscottata. Praticamente impossibile recuperarlo. Nel mangiarlo gli si è conficcato in una parte delicata e vitale del corpo. Una eventuale operazione chirurgica potrebbe essergli fatale. Il tesoro di famiglia è al momento inutilizzabile. La speranza di Gaetano è che Antony espella naturalmente la gemma preziosa. Altra soluzione non c’è. A meno che non pensi di “squartare” il distratto mangiatore di brillanti a colazione. Ma a volte, per disperazione, si può arrivare davvero a tanto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here