Cervinara – Stazione in degrado: appello alle istituzioni

13 Novembre 2005

Cervinara – Sporcizia, mura imbrattate, assenza di un minimo confort, impossibilità di chiedere informazioni o di fare il biglietto. E’ questo il triste quadro che si presenta ai viaggiatori di transito nella stazione ferroviaria di Cervinara. Una situazione che si protrae da tempo e che, nonostante qualche intervento di ‘maquillage’ da parte della direzione della Linea Ferroviaria Valle Caudina, di collegamento tra Benevento e Napoli, resta precaria, con gravi disagi per pendolari e studenti che quotidianamente si servono del treno. Secondo voci locali, la stazione di Cervinara si trova in luogo poco abitato, e per molte ore della giornata non è neanche presidiata. Quindi, alla facile mercè di bande di vandali che, oltre a rompere tutto, danneggiano anche le automobili dei viaggiatori, parcheggiate nello spazio antistante. Il vero problema, inoltre, è rappresentato dalle ore serali, durante le quali l’assenza di una idonea illuminazione incute paura e apprensione. Le proteste e le lamentele dei viaggiatori non si contano. Assenti sembrano le istituzioni, lamentano pendolari e cittadini, e la stazione è diventata una sorta di ‘terra di nessuno’ dove la gente si reca solo perché costretta da necessità. La soluzione? E’ stato ribadito più volte che una cittadina come Cervinara, di oltre 10 mila abitanti, non può non avere una stazione ferroviaria diversamente da quanto accade per paesi più piccoli, con un volume di traffico passeggeri nettamente più ridotto ma dove, quasi per paradosso, il capo stazione è presente per l’intera giornata. La sua presenza, infatti, potrebbe rappresentare un deterrente per chi decide di non comportarsi con ‘civiltà’. Una sorta di rassegnazione, che ormai è subentrata in tutti, fotografa la situazione in cui si trova Cervinara: la scomparsa del senso civico, lamentano in molti, ne è l’amara conseguenza. (di Pasquale Russo)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.