Cervinara riscopre le proprie radici con ‘Questa è la mia terra’

0
3

Cervinara – La Pro Loco ‘A. Renna’ di Cervinara nell’ambito delle attività di rivalutazione storica e culturale ha organizzato il primo e 2 marzo la prima rassegna dal titolo ‘Questa è la mia terra’ che si svilupperà attraverso tre appuntamenti:
Il Brigantaggio in Valle Caudina
Fascismo, occupazione Nazista e poi Anglo-americana
Il nostro paese. Viaggio nelle frazioni tra i costumi e le tradizioni.
Il tutto tra conferenze, incontri, proiezioni, mostre, dibattiti ed escursioni. Tra gli eventi di maggior rilievo viene segnalata la proiezione esclusiva di un documentario inedito su Cervinara, la sua gente e le sue tradizioni. L’evento godrà del sussidio di vari ricercatori e relatori di riconosciuto merito.
Questa è la mia terra intende incoraggiare la passione e il sapere per la cultura, le tradizioni, la storia e i personaggi che per nascita o per sorte sono appartenuti alla Valle Caudina nonché fare informazione e rivolgersi alle nuove generazioni e a chi non ha avuto modo di conoscere i luoghi e la gente di Cervinara; stimolare il ragionamento e il dibattito per favorire il confronto tra nuovi ed antichi paradigmi di pensiero.
La rassegna è stata anche ideata per attrarre nel territorio il cosiddetto turista culturale ovvero chi è dotato di un profondo spirito di osservazione ed è disposto a fare trasferte anche impegnative per deliziarsi delle attrattive locali.
Il primo degli appuntamenti avrà luogo il primo marzo alle ore 17.00 presso l’aula consiliare di Cervinara con un convegno sul tema ‘La guerra dei poveri: cronache e personaggi in Valle Caudina’.
A questo seguirà domenica 2 marzo una escursione montana volta alla scoperta dei sentieri dei briganti cervinaresi. Gli interessati si dovranno radunare in Piazza Elena di Ferrari alle ore 7.00.
Sempre domenica alle ore 10.00 presso l’aula consiliare di Piazza Trescine verrà inaugurata una mostra fotografica sul brigantaggio locale e sull’unità d’Italia a cura del dott. Alessandro Romano.
La manifestazione si concluderà domenica alle 18.30 con la proiezione del film di Squitieri ‘Li chiamarono Briganti’, tratto dalla biografia di Carmine Crocco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here