Cervinara – Ottavo anniversario dell’alluvione. Convegno dei Verdi

15 Dicembre 2007

Cervinara – Si svolgerà quest’oggi, nella Sala Consiliare del Comune di Cervinara, il convegno-dibattito, organizzato dall’Associazione Intercomunale dei Verdi sul tema: “La Frana di Cervinara del 16 dicembre 1999: La situazione attuale degli sfollati”. L’incontro cade proprio nella data dell’ottavo anniversario dell’alluvione che colpì le frazioni Ioffredo e Castello di Cervinara, seminando morte e distruzione, con un bilancio alla fine di cinque vittime. Un evento aggravato dal dissesto idrogeologico del territorio del Partenio, che non ha mai ricevuto la dovuta attenzione degli amministratori, a partire dalla funzione della Comunità Montana. Nella notte a cavallo tra il 15 e 16 dicembre del 1999, dopo tre giorni di incessante pioggia, una frana nella località Foresta, nella parte di montagna che sovrasta le frazioni di Ioffredo e Castello, fece da tappo al normale flusso del torrente Castello e dei suoi numerosi piccoli rii che lo alimentano. Un fenomeno che portò alla formazione di una diga naturale che ceduta sotto il peso di detriti e acqua scese a valle distruggendo tutto ciò che incontrava sulla sua strada. Alla fine il bilancio pesante: oltre a case ed edifici distrutti e danneggiati, ci furono cinque vittime, tra cui una giovane madre Liliana Marro, strappata dalla furia dell’acqua, dalle mani del marito, a cui si era disperatamente aggrappata. Da allora poco si è visto, i ritardi della Regione e del Commissariato a tale scopo costituito, sono lampanti. La gente ormai rassegnata assiste impotente a questo immobilismo. Il convegno dei Verdi può essere una untile occasione per riportare la questione al centro del dibattito politico. Sull’argomento va registrato anche un intervento della Comunità Militante Caudina 451, l’associazione cervinarese che da tempo si batte per la tutela del territorio.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

<