Cassa Edile – Parte DURC la certificazione delle imprese

22 Dicembre 2005

D.U.R.C., la nuova certificazione di regolarità contributiva delle imprese. A partire dal mese di gennaio 2006 sarà rilasciata, dallo Sportello Unico Previdenziale ubicato presso la Cassa Edile della Provincia di Avellino, una nuova certificazione per le imprese denominata Documento Unico di Regolarità Contributiva, DURC in forma abbreviata. Per Documento Unico di Regolarità Contributiva si intende il certificato che, a seguito di un’unica richiesta, presentata allo Sportello Unico, attesti contestualmente la regolarità dell’impresa in ordine agli adempimenti obbligatori verso Inps, Inail e Cassa Edile, adempimenti verificati sulla base di ciascuna normativa di riferimento degli enti medesimi. La nuova certificazione sostituirà gli attestati sino ad oggi rilasciati dai tre enti od istituti citati e dovrà valere per i lavori pubblici in edilizia, ma costituirà condizione necessaria anche per i lavori edili privati, in relazione ai quali sarà richiesta dai Comuni all’atto della DIA. Il Documento Unico di Regolarità Contributiva viene introdotto ai sensi delle previsioni normative della Legge n.266/2002 e del D.Lgs. n.276/2003, e risponde ai principi della convenzione stipulata fra INPS, INAIL e Casse Edili, avente ad oggetto le modalità e le regole per il rilascio della certificazione. Tali principi sono stati notificati con circolari diramate da ciascun istituto dello Sportello Unico, riportanti testo congiunto, specificamente approvate dal Ministero del Lavoro. La Convenzione, fra l’altro, prevede la collocazione dello Sportello Unico Previdenziale presso le Casse Edili ed abilita in via esclusiva le Casse regolarmente costituite in ciascuna provincia dalle associazioni dei datori e dei prestatori di lavoro comparativamente più rappresentative in campo nazionale nell’ambito del settore edile, che applicano i principi di autonomia contrattuale e di reciprocità sanciti dalle leggi e dagli accordi sindacali vigenti. Nella provincia di Avellino, le particolari condizioni enunciate sono soddisfatte dalla Cassa Edile con sede in Atripalda, alla via San Lorenzo, costituita ed amministrata in via paritetica dall’Associazione dei Costruttori Edili, in rappresentanza delle imprese, e dalle organizzazioni Filca Cisl, Feneal Uil e Fillea Cgil, in rappresentanza dei lavoratori. I richiedenti il DURC, vale a dire le stazioni appaltanti, le imprese o i loro consulenti, si rapporteranno allo sportello unico previdenziale con adozione di una apposita procedura telematica, attraverso la quale potranno inoltrare la richiesta di rilascio della certificazione e verificare -poi- lo stato della pratica nelle diverse fasi della relativa istruttoria. Gli Enti dello Sportello Unico hanno presentato la nuova certificazione ai responsabili della pubblica committenza, ai consulenti del lavoro, ai dottori e ragionieri commercialisti, in occasione di due convegni, tenutisi nei giorni 12 e 21 dicembre scorsi, nel corso dei quali sono stati illustrati gli aspetti giuridici, tecnici ed operativi relativi al Documento Unico di Regolarità Contributiva. Il Durc nasce con una duplice finalità: realizzare maggiori servizi per le imprese e le stazioni appaltanti, che potranno ricevere le attestazioni di regolarità sulla scorta di un’unica domanda rivolta allo Sportello Unico Previdenziale; in aggiunta, conseguire maggiore efficienza nello svolgimento delle attività poste a carico degli Enti Certificatori, i quali potranno meglio dialogare fra loro attraverso l’adozione di procedure che realizzano collegamenti telematici per lo scambio dei dati. La collocazione dello Sportello Unico Previdenziale presso la Cassa Edile rappresenta per l’Ente una occasione fondamentale per poter svolgere un ruolo di riferimento riguardo gli altri istituti previdenziali ed assicurativi e riguardo la propria particolare utenza, stazioni appaltanti ed imprese, nell’assolvimento della funzione -di tipo pubblicistico- costituita dal rilascio della certificazione di regolarità contributiva. La Cassa Edile viene pertanto inquadrata dal legislatore come strumento sussidiario rispetto agli organismi della funzione pubblica, atta a realizzare attività peculiari del settore delle costruzioni, quali il controllo delle condizioni per la corretta e leale concorrenza fra gli operatori economici e la verifica in ordine all’adeguatezza della organizzazione imprenditoriale e del suo organico ai fini della partecipazione alle gare dei lavori pubblici. La recente legge di riforma del mercato del lavoro, nel prevedere il Documento Unico di Regolarità Contributiva, ha assimilato la Cassa Edile agli altri istituti dello Sportello Unico, ritenendola in grado di assicurare un prezioso sostegno alla Pubblica Amministrazione per la lotta al lavoro sommerso e per la tutela dei diritti dei lavoratori.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.