Caso Manzo, oggi nuovi interrogatori. Mimì quella sera litiga con la figlia, va via di casa e qualcuno lo segue

0
4357

Nuovo “giro” di interrogatori nell’ambito dell’inchiesta coordinata dalla Procura di Avellino sulla misteriosa scomparsa di Domenico Manzo. Hanno varcato l’ingresso del comando provinciale dei carabinieri del capoluogo irpino, per essere ascoltati come persone informate sui fatti, tra questa mattina ed il primo pomeriggio, due vicini di casa del 71enne di Prata Principato Ultra ed un’amica della figlia Romina.

Tutti e tre parteciparono, la sera dell’8 gennaio 2021 – la sera della scomparsa di Mimì – alla festa di compleanno di Romina. Ovviamente i due vicini, marito e moglie, andarono via prima degli altri ma hanno sempre ricordato tutto quello che è accaduto prima che si perdessero per sempre le tracce di Manzo. In particolare, hanno confermato anche oggi la lite che quella sera ha visto protagonisti Domenico e sua figlia.

Tra Romina e suo padre sarebbero volate parole grosse perché Mimì era preoccupato del fatto che si era sparsa la “voce” secondo la quale a casa Manzo stavano per arrivare i carabinieri, allertati per due motivi in particolare: il primo è riferito al periodo, l’8 gennaio del 2021 c’era ancora il coprifuoco a causa dell’emergenza coronavirus. Il secondo all’uso di droga che i giovani stavano facendo quella sera, a quanto pare un uso anche abbastanza consistente.

Mimì, infuriato nero, dopo il litigio esce di casa, forse minaccia di andarci lui dai carabinieri a denunciare tutto. Le persone interrogate oggi confermano che, non appena il 71enne va via, alcuni partecipanti alla festa lasciano casa Manzo in contemporanea. In pratica lo seguono. Da lì a poco, all’incrocio tra la strada che porta alla basilica dell’Annunziata e quella che conduce alla stazione ferroviaria di Prata, Domenica salirebbe su un’auto. Per poi far perdere completamente le sue tracce.

Insomma, il 71enne sarebbe “scoppiato” dopo aver visto la droga girare per casa sua e qualcuno ha voluto tappargli la bocca, dargli una lezione? C’è anche un altro aspetto: la mattina, Mimì avrebbe prevelato del denaro. Di che somma parliamo? Una somma molto elevata da indurre qualcuno a togliergli con forza i soldi da dosso?

Due piste, ma la più “battuta”, a quanto pare, è quella della droga. Le indagini dei carabinieri proseguono, nei prossimi giorni pare molto probabile che saranno ascoltate altre persone. Intanto, anche la trasmissione “Chi l’ha visto” ha riacceso i riflettori sul caso. Questa mattina ha fatto ritorno in Irpinia Filomena Rorro, la giornalista che, dall’inizio, segue l’intera vicenda.