Caso Festa, la Camera Penale incrocia le braccia per cinque giorni

0
2991

Cinque giorni di astensione dalle udienze penali a partire dal 6 al 10 maggio prossimo. Così la Camera Penale Irpina, con un documento firmato dal presidente Gaetano Aufiero e dal segretario Costantino Sabatino, ha deciso di protestare ufficialmente per quelle che nella vicenda dell’arresto dell’ex sindaco Gianluca Festa e nella fase precedente alla misura cautelare ha denunciato come : ” la violazione di tutti i principi costituzionali e delle leggi che vi danno attuazione posti a garanzia della presunzione di innocenza e della dignità degli indagati, che mai come in questa occasione sembrano essere stati gravemente ed indebitamente negletti”. Il riferimento è ad alcune presunte fughe di notizie a mezzo stampa, che già avevano portato sempre i penalisti a proclamare lo stato di agitazione dalle udienze. Per questo motivo i penalisti hanno invitato tutti all’ “assemblea degli iscritti per il giorno 06.05.2024, alle ore 15,30 presso la sede di piazza D’Armi. Fa espressa denuncia alla Procura per il reato 326 nei confronti di colui o color che, rivelando un segreto d’ufficio, hanno divulgato o addirittura anticipato il deposito della richiesta cautelare, con trasmissione agli atti all’Autorità Giudiziaria eventualmente funzionalmente competente, richiede che il ministro della giustizia provveda ad assumere ogni determinazione di competenza”.