I sindacati: “Fumata nera alla Casa Circondariale di Avellino”

I sindacati: “Fumata nera alla Casa Circondariale di Avellino”

7 Novembre 2015

Di seguito il comunicato congiunto di Giuseppe Testa (UIL.PA.), Scocca Orlando (FP CGIL ), Maglio Ernesto (OSAPP), Roberto Borea (SINAPPE) sulla situazione della Casa Circondariale di Avellino:

“Ennesimo incontro tra le OO.SS. di categoria e il direttore Dr. Paolo Pastena per discutere di argomenti sollecitati ripetutamente da oltre un anno dagli stessi rappresentanti dei lavoratori, argomenti fondamentali per la già complicata vita lavorativa del personale penitenziario e civile nel delicato compito rieducativo dei detenuti. La parte prestatoriale riscontrata la reiterata superficialità del dirigente nell’affrontare l’indispensabile riorganizzazione del lavoro, base fondamentale per il rispetto delle regole: una per tutte, le esagerate giornate di ferie non usufruite dagli agenti da circa tre anni per esigenze di servizio.
Le OOSS si sono viste costrette, loro malgrado, ad interrompere le relazioni sindacali ed a richiedere l’attivazione di un tavolo di raffreddamento previa istituzione della commissione paritetica presso il Provveditorato Regionale dell’Amministrazione Penitenziaria”.

 

 


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.