Carte prepagate: che cosa sono?

Carte prepagate: che cosa sono?

5 Gennaio 2021

Le carte prepagate prendono questo nome dal fatto che per poter essere utilizzate è necessario versare i fondi in anticipo. Rispetto alle carte di debito e alle carte di credito tradizionali, non sono necessariamente collegate ad un conto bancario. Come tutte le altre carte, anche queste possono essere utilizzate per prelievo di contanti presso gli sportelli ATM, per effettuare acquisti tramite il POS nei negozi, e per gli acquisti online.

I vantaggi delle carte prepagate

Tra i vantaggi delle carte prepagate rispetto alle carte tradizionali vi è il fatto che hanno dei costi spesso molto bassi, innanzitutto perché non è necessario avere un conto corrente bancario, e poi spesso non hanno un canone annuale. La maggior parte delle carte si può tenere sotto controllo tramite l’internet banking o delle apposite app.

Gli svantaggi delle carte prepagate

Tra gli svantaggi, spesso i plafond sono limitati, cioè non è possibile versare, e quindi utilizzare, più di determinate somme di denaro. Inoltre, spesso, vi sono dei limiti di prelievo giornalieri e mensili più bassi rispetto alle altre carte. Sono carte quindi dedicate a chi non ha grosse esigenze di movimentazione su conto corrente, perfette per fare acquisti a distanza per importi limitati.

Come scegliere le migliori carte prepagate in Italia?

In Italia il panorama delle carte prepagate è molto variegato, poiché quasi ogni società bancaria emette, oltre alle carte di debito alle carte di credito, anche delle carte prepagate disponibili dalla versione base in poi. Oltre a queste, vi sono carte dei circuiti internazionali disponibili anche in Italia, e che quindi hanno un IBAN italiano. La comodità dell’IBAN italiano sta nel fatto che si possono inviare e ricevere bonifici praticamente a costo gratuito perché risultano come bonifici locali. Ciascuna carta si ottiene in modo molto rapido tramite il sito web aziendale. Per scegliere quindi una delle migliori carte prepagate in Italia, bisogna considerare il canone annuo, che nella maggior parte dei casi è gratuito, così come il costo di emissione, e i costi operativi. Come consigliato su www.miglioricarteprepagate.it, le migliori carte prepagate sono quelle che non prevedono costi elevati per le operazioni di routine, come ad esempio il prelievo di contanti, le commissioni sui bonifici, oppure l’accredito dello stipendio.

Una panoramica delle migliori carte prepagate in Italia

HYPE Start è una carta prepagata di banca sella che è completamente gratuita, permette di essere ricaricata per un massimo di 2.500 € all’anno. È molto utile per chi desidera ricevere o effettuare bonifici poiché dispone di un IBAN. Inoltre, i prelievi tramite ATM sono gratuiti, e prevede un programma di cashback, che rimborsa una quota per ciascuna operazione effettuata. Tra gli svantaggi, questa carta non prevede addebiti diretti.

N 26 è una carta prepagata che fa parte del circuito MasterCard, ed è emessa anche in Italia dall’azienda tedesca N 26. Anche questa carta prevede un IBAN italiano, che consente quindi di effettuare e inviare bonifici. il canone mensile della carta è di 9,90 al mese. Oltre ai prelievi gratuiti, questa carta rispetto alle altre prevede anche un assicurazione viaggio, ad esempio in caso di volo annullato, oppure furto di contanti all’estero. Tra gli svantaggi, vi è il fatto che, se si preleva moneta estera, la commissione è dell’ 1,7%.

Tinaba è una carta prepagata che fa parte del circuito MasterCard, e prevede canone gratuito e un codice IBAN per effettuare e ricevere bonifici. I prelievi sono gratuiti, e c’è la possibilità di accreditare lo stipendio. È emessa da Banca Profilo, e tra i vantaggi permette di attivare la funzione risparmio, con cui si possono mettere da parte delle somme in modo digitale, per ottenere un tasso di interesse oppure investire in prodotti finanziari.