Carife – Il sindaco Di Ianni: “A breve avremo il nostro museo”

25 Settembre 2005

Carife – “Chi l’ha detto che il museo comunale è un progetto abbandonato?”. È con questo punto di domanda che il sindaco di Carife, Raffaele Di Ianni, ‘bacchetta’ quanti accusano la sua amministrazione di tener sottobanco l’area archeologica del paese, possibile polo turistico. Il sito, che si trova a ridosso della Chiesa dell’Addolorata, è oggetto di analisi e studi da parte di un’equipe tecnica. Di recente, infatti, la Soprintendenza dei Beni Culturali della Regione Campania, ha riportato alla luce un notevole patrimonio artistico dal valore inestimabile. Dal ritrovamento di tombe sannitiche, a quello di monili e attrezzi preistorici del periodo neolitico. Tutto questo tesoro, sarà racchiuso in un museo comunale che verrà allestito tra qualche mese. Dalla archeologia alla cultura… il passo è breve. Infatti, nonostante l’anno scolastico sia iniziato da alcune settimane, il numero uno di Carife sta progettando di inglobare i due plessi didattici presenti in paese, in un unico edificio. Ma vista la complessità dei lavori e la scadenza a lungo termine, l’esecuzione del nuovo complesso sarà programmata per il prossimo anno. Intanto, il decreto per l’avvio dei lavori è stato già approvato. Migliorata anche la viabilità. Ultimata la bretella che collega Carife alla Valle Ufita, che snodandosi verso contrada Toppola, porta fino al nuovo cimitero.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.