Carcere Ariano: detenuti si ribellano alla perquisizione e distruggono celle

0
875
Carcere_Ariano_Irpino

Pesanti disordini nella Casa Circondariale “Campanello” di Ariano Irpino: alcuni detenuti della Seconda Sezione, destinata a coloro che si rendono protagonisti di eventi turbativi dell’ordine e della sicurezza dell’istituto (ex art.32 O.P.), si sono ribellati alla perquisizione ordinaria ed hanno tentato di impedirla, minacciando il personale di Polizia Penitenziaria con vetri ed altri strumenti rudimentali atti ad offendere e barricandosi nella proprie celle.

Successivamente i detenuti sono stati portati alle camere di sicurezza dove, non soddisfatti dei disordini già causati, reiterando la propria condotta hanno distrutto anche quelle stanze detentive.

Intanto la perquisizione è proseguita e poi ripetuta: ritrovati 2 telefoni cellulari, uno dei quale nell’Undicesima sezione del reparto nuovo; mentre per i detenuti interessati è stato disposto l’immediato trasferimento.

“Il nostro plauso – afferma Stefano Sorice Segretario Locale UILPA Polizia Penitenziaria Ariano Irpino – va a tutti coloro i quali, impavidamente, svolgono il proprio lavoro nonostante siano costantemente soggetti a minacce, mettendo a rischio la propria incolumità.

Sarebbe opportuno che la Casa Circondariale di Ariano Irpino passasse da secondo a primo livello di sicurezza, cosa che consentirebbe una migliore gestione dell’ Istituto Penitenziario, considerandone la complessità e l’attuale carenza organica che, soprattutto con l’avvicendarsi dei piani ferie estivi, esige una compensazione di unità nell’interesse del soddisfacimento dei livelli minimi di sicurezza”.