Caposele, furto di anello e contanti: assolto

Caposele, furto di anello e contanti: assolto

4 Novembre 2020

La Corte d’Appello di Napoli ha assolto un giovane di Caposele condannato in primo grado, a due anni di reclusione, perché accusato essersi introdotto nell’abitazione di un suo concittadino e di aver rubato da un portafoglio 6o euro e un anello con brillante del valore di euro 600. Di fronte ai giudici di secondo grado l’avvocato dell’imputato, il legale Giuseppe Palmieri, è riuscito a dimostrare le incongruenze nella ricostruzione fornita dall’accusa. I giudici hanno così ribaltato la sentenza di primo grado, disponendo l’assoluzione. La parte offesa aveva raccontato di aver visto l’imputato davanti al cancello di casa e di aver minacciato di chiamare i carabinieri, “mettendolo in fuga”.