Cantiere Irpinia, la rinascita del centrodestra con Morano e Galasso

0
6

Alla vigilia del Consiglio nazionale del Pdl nasce “CANTIERE IRPINIA” movimento culturale, laboratorio di pensiero, spazio di militanza e costruzione di politica moderna. Il progetto si inserisce in una situazione magmatica per il centro-destra per mettere insieme gli uomini di questa provincia che non intendono omologarsi ad una politica sempre più lontana dai problemi delle persone e dei territori, una politica troppo debole per incidere sulla vita reale del paese e della provincia. Dietro il laboratorio di pensiero, il connubio delle idee di un volto noto della destra irpina, Sabino Morano e dell’ex sindaco di Avellino Pino Galasso che dopo il risultato elettorale delle scorse amministrative hanno deciso di riscendere in campo, chiamando a raccolta esponenti della società civile che vogliono lavorare per il bene della comunità e le giovani energie di donne e uomini schierati nelle liste Prodest e Abellinum di cui i due politici sono stati i promotori.
“Cantiere Irpinia vuole porsi come momento di aggregazione di tutte quelle energie positive che insieme vogliono combattere l’approssimativismo di una politica incapace di difendere il cittadino da burocrazie soffocanti imposte dal regime di tecnocrati .Vuole affermare chiaramente e senza moderatismi che è giunto il momento per la classe produttiva della nostra terra di sottrarsi al giogo trentennale di una politichella che vive di ombre del passato e che avendo smesso di dare risposte già da anni ora non riesce nemmeno più a fare proposte. Vuole essere il nuovo, l’azione costruttiva di un divenire delle coscienze, un taglio netto con le logiche autoconservative di quel che resta di quello che una volta furono i partiti. Nasce dalle ceneri di un centro destra che sta sciogliendosi per rinascere e vuole esserne strumento ideale di pensiero ed azione”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here