“Camurrìa”, il regista Petri presenta ad Avellino il suo romanzo

0
3

Avellino – La Pro Loco Avellino e Homo Scrivens, presentano il romanzo Camurrìa, prima opera narrativa dell’attore e regista avellinese Arnolfo Petri. L’appuntamento è per giovedì 12 settembre, alle 17:30, presso il Circolo della Stampa di Avellino.
Dopo il successo dell’adattamento teatrale di Ca-murrìa, segnalata all’VIII edizione del Premio Nazionale di Drammaturgia Fersen, Arnolfo Petri presenta il romanzo nella sua città natale. Il regista e attore, ideatore del “teatro dell’anima”, si cimenta per la prima volta con la forma narrativa e attraverso una scrittura appassionante e immaginifica crea un delicato e intricato legame umano che nasce all’interno di una cella della sezione protetta del carcere di Secondigliano. Attraverso il rapporto che si instaura tra Totore, un camorrista detto “l’ammazzapreti”, e Marcello un colorato professore accusato di un crimine “vergognoso”, Petri delinea un’ umanità dolorosa e pulsante nella difficile realtà detentiva. I due protagonisti si raccontano l’un l’altro, sembrano gridare al mondo, la loro voglia di comprensione, accettazione, ma soprattutto di tenerezza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here