Cambio stagione: come riorganizzare l’armadio in modo ottimale

Cambio stagione: come riorganizzare l’armadio in modo ottimale

25 Giugno 2020

Quando le temperature cambiano e le stagioni fredde lasciano spazio a quelle calde (o viceversa), arriva la necessità di fare un po’ di ordine e di pulizia negli armadi. Per una questione di comodità, ma anche per un discorso che riguarda la corretta conservazione di alcuni capi delicati, come i maglioncini e i cappotti. Naturalmente non ci si trova di fronte ad un’operazione né banale né scontata, perché riorganizzare il guardaroba senza fare confusione e senza perdere giornate intere non è cosa da tutti; eppure la necessità del decluttering, ovvero dell’eliminazione di tutte le cose inutili, è tanto impellente da non potervi rinunciare. Di seguito dei consigli che possono facilitarci la vita.

Capi e accessori da avere sempre

Per prima cosa, è bene sottolineare l’importanza dei capi basic. Questi vestiti e accessori, infatti, sono molto versatili e quindi possono essere utilizzati in qualsiasi stagione dell’anno, come nel caso di must del calibro delle camicie bianche. Il capitolo accessori evergreen vede, invece, la presenza di poche borse ma adattabili a tutti gli outfit, 3 tipologie, per l’esattezza: shopper, tracolle e pochette o magari un modello versatile che sia da giorno e da sera come le borse Liu Jo, ad esempio, reperibili a prezzi accessibili su portali come yoox.com, preferendo, magari, delle tonalità neutre, in modo che siano ancor più facilmente abbinabili. Si tratta di scegliere non soltanto dei modelli sfruttabili e comodi ma anche durevoli ed eleganti nel design. Nella lista entrano di diritto pure calzature come le sneakers e le scarpe con tacco stiletto, insieme ai vari soprabiti e alle giacche. In sintesi, mai come in questo caso vale la regola del “poco ma buono”.

Come ottimizzare gli spazi nell’armadio

Intanto bisogna svuotare del tutto l’armadio, conservando le cose che non indosseremo per mesi e regalando gli abiti e gli accessori che non utilizziamo più (fase di decluttering). In secondo luogo, per quanto riguarda i vestiti, è importante capire cosa useremo di più e cosa di meno. I vestiti nella prima lista hanno la precedenza e vanno appesi alle grucce, mentre i secondi possono essere sistemati nei cassetti o piegati. Per le borsette, invece, vince sempre il metodo della matrioska: inserire quelle più piccole in quelle più grandi, così da poter ottimizzare gli spazi. A quel punto si scelgono i modelli da inscatolare e quelli da appendere alle grucce.

Organizzare l’armadio come occasione di svago

Da potenziale fonte di stress, se fatta per bene, l’organizzazione del guardaroba può addirittura trasformarsi in un’occasione di svago. Questo perché l’ordine in genere regala una sensazione di benessere sia visivo che pratico. Una donna, inoltre, ha l’opportunità di fare un po’ di sano decluttering insieme alle amiche: un momento per stare insieme, per chiacchierare e, perché no, per scambiarsi quei vestiti che non vengono più indossati. Poi fa sempre comodo avere dei pareri oggettivi e provenienti dall’esterno e soprattutto da persone che ci vogliono bene.

La riorganizzazione dell’armadio è spesso un “male necessario” e affrontandolo con preparazione è possibile persino divertirsi, ottenendo dei grandi risultati.