Calcio Serie B – Il Pisa di Ventura vuole continuare a stupire

0
10

Turno infrasettimanale per l’Avellino di Campilongo atteso oggi nella città della torre pendente. Pellicori e compagni faranno visita all’’Arena Garibaldi’ ad un Pisa in piena forma ed in striscia positiva da cinque turni; cinque match in cui i ragazzi di mister Giampiero Ventura hanno raccolto undici punti, collezionando tre vittorie (splendida l’ultima in casa dell’Empoli) e due pari peraltro su due terreni ostici come l’’Arechi’ e come l’’Atleti Azzurri d’Italia’ sponda Albinoleffe.La squadra toscana che ha fermato il Livorno del tanto temuto uomo gol Tavano e che ha strapazzato l’Empoli nell’atteso derby dell’ultima giornata, è una formazione che vuole ritagliarsi un ruolo da protagonista in questo campionato. E’ incappata in tre sconfitte nelle prime cinque gare, ma resta comunque un avversario di prima fascia. Si avvale di una buona difesa dove spicca il nome dell’ex juventino Alessandro Birindelli, un calciatore che non ha certo bisogno di presentazioni. In porta c’è il baby Alfonso, con Zavagno a completare il reparto difensivo sulle fasce, e Trevisan e Raimondi che si alternano nel ruolo di difensore centrale. Le ali Job e Degano per innescare i veloci attaccanti Greco (vicinissimo quest’estate all’Avellino come del resto la scorsa) e Gasparetto. Ma la forza del Pisa è nel centrocampo che può disporre di uomini come Braibati e Genevier, atleti dai classici sette polmoni ma in grado di dare qualità ad una manovra offensiva toscana che dovrà essere limitata poiché la formazione neroazzurra ha un potenziale tecnico davvero di prim’ordine. La classifica del Pisa inizia ora ad assumere connotati ben più piacevoli: merito del tecnico ex Napoli e Cagliari che ha saputo trasmettere ai suoi calciatori tenacia e caparbietà. Per i lupi sarà molto dura, anzi durissima aver ragione degli avversari: a differenza dello scorso torneo i nerazzurri toscani si esprimono meglio in casa che in trasferta, giocando con il fermo intento di ottenere punti pesanti per tentare l’assalto alle posizioni di vertice.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here