Calcio – Sant’Angelo a Scala e Don Vitaliano: parte la sfida

0
6

Il Sant’Angelo a Scala nemmeno in questo periodo di grande caldo è fermo ai box. La società presieduta da Don Vitaliano Della Sala è già al lavoro per allestire la rosa che dovrà affrontare la prossima stagione. Dopo un’annata ricca di soddisfazioni, gioia, divertimento per i tifosi locali che hanno visto la squadra affermarsi a dispetto di società più blasonate e quotate: infatti, contro ogni previsione, la tenace squadra del Partenio nel torneo appena conclusasi è riuscita a strappare un prestigiosissimo secondo posto nel girone M del campionato Regionale di Seconda Categoria. La compagine ben orchestrata e diretta dal mister Ciriello è stata capace ad imporsi nel calcio provinciale. Risultato raggiunto con tanto sacrificio, spirito di abnegazione e dedizione da parte di tutti i dirigenti e atleti della rosa. Esempio di buona gestione che con limitate risorse economiche ha dato filo da torcere a compagini che hanno speso fior di quattrini. Gli ottimi risultati raggiunti non sono passati inosservati: numerose sono le richieste arrivate ai dirigenti santangiolesi per assicurarsi le prestazioni di giovani promettenti atleti. A confortare la società irpina è arrivata anche l’assicurazione da parte del Comitato regionale Campano per un eventuale ripescaggio della squadra nel campionato Regionale di Prima Categoria. Ciò a dimostrazione che la società ha tutte le carte in regola per sognare in grande. Allora con questi presupposti la dirigenza si è messa subito al lavoro: ha confermato e blindato i suoi migliori elementi, ha dato fiducia al tecnico sperando in un’altra grande esaltante avventura. La compagine già ricca di un’ ottima e competente struttura, presieduta da Don Vitaliano Della Sala, seguita dai sanguigni dirigenti Carlo Zaccaria e Gaetano Spagnolo, assistita dal massaggiatore Carmine Leo, sotto gli occhi attenti del presidente onorario Nicola Leo, si è ulteriormente migliorata con nuovi ingressi di Vincenzo Porcile, consigliere e magazziniere, Antonio D’Avanzo, competente e preparato Team Manager, al quale sarà affidata la supervisione tecnica e a Massimo Zaccaria, quest’ultimo si occuperà della questione amministrativa. Una volta consolidata la struttura societaria, la dirigenza si è lanciata a capofitto alla ricerca di pezzi pregiati per rafforzare l’intelaiatura della squadra: i componenti dello staff in questi giorni girano i polverosi campi della provincia alla scoperta di “nuove scommesse”da vincere. Alle pendici del Partenio lo spettacolo è assicurato. Ma a tarpare le ali ai sogni dei tifosi santangiolesi che già credevano nella promozione nella categoria superiore sono sopraggiunti gli atavici problemi del campo sportivo. Struttura più volte oggetto di intervento conservativo, di ristrutturazione, di lavoro di ampliamento con conseguente sperpero di danaro pubblico, ma non sufficiente per poter permettere lo svolgimento di gare del campionato regionale di prima categoria. Allora tenendo conto anche questi problemi la dirigenza si è ritrovata, a malincuore, a rinunciare all’idea del ripescaggio per non privare il popolo tifoso di questo unico momento di aggregazione. La squadra non ha voluto abbandonare il paese per andare a giocare altrove e costringere i tifosi locali a un peregrinare per i campi della provincia. “Il calcio è per noi, soprattutto,-afferma Don Vitaliano- socialità, solidarietà, divertimento, gioco, attaccamento ai nostri colori: valori che tentiamo di trasferire ai più giovani.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here