Calcio – Parla Enzo De Vito: “I tifosi sono per noi fondamentali”

0
11

Enzo De Vito dopo sei brillanti stagioni alla guida del Settore Giovanile, quest’anno ha fatto il grande salto in prima squadra dove svolgerà il ruolo di dirigente accompagnatore. Il 32 enne avvocato, il più giovane componente dello staff irpino, torna sulle polemiche antecedenti l’incontro di Coppa contro l’Albinoleffe: “Queste sono polemiche che fanno sicuramente bene. Vuol dire che c’è dialogo tra il tecnico e la dirigenza, cosa che non c’era sicuramente nella passata stagione. E questo è un fattore molto importante che quest’anno ci permetterà di arrivare davvero lontano”. Intanto, i tifosi sono scontenti. Difficile risanare la frattura tra i supporters e la società che è stata contestata prima e durante l’incontro: “Sappiamo che è difficile, ma dobbiamo farlo. Dobbiamo creare con loro il giusto feeling. Sono importanti, anzi fondamentali per noi. Capisco che dopo i disastri della passata stagione siano un poco sfiduciati. E’ normale questo disamore nei confronti della squadra dopo la retrocessione di qualche mese fa, noi vogliamo assolutamente riconquistare il loro affetto al più presto. L’Avellino ha bisogno di loro”. La squadra deve essere completata. Il campionato è difficile c’è bisogno di elementi di esperienza per tentare la scalata: “Devono stare tranquilli. I rinforzi, da dentro, o da fuori arriveranno. La squadra sarà completata a loro chiedo soltanto pazienza. I Pugliese hanno fatto tanti sacrifici e ci stanno mettendo tanto amore, come del resto gli stessi Lanzetta, Maglione e Lo Schiavo per far si che l’Avellino possa fare bene. Sono arrivati tanti giovani bravi come Porcari, Di Cecco, Tufano che con l’auto della vecchia guardia e dei tifosi faranno bene. Sappiamo quello che può dare la gente d’Irpinia. Quindi, mi auguro che ci siano vicini e ci aiutino a disputare una stagione da protagonisti. Sono sicuro che ci divertiremo, l’importante è tornare uniti”. Soddisfatto della prestazione della squadra, nella sfida persa contro la formazione allenata da Emiliano Mondonico: “Nonostante la sconfitta. E’ stato un debutto più che positivo. La squadra, pur dovendo far fronte a diverse assenze ha disputato un’ottima gara. Va fatto un plauso a questi ragazzi che si sono impegnati per tutto l’incontro dando l’anima”. Sull’esordio di Cucciniello 17enne centrocampista avellinese, uno dei principali gioielli del settore giovanile afferma: “Carmine l’ho visto crescere e dopo le buone cose mostrate nel settore giovanile, ha dimostrato di essere pronto per la prima squadra. Offrendo un’ottima prestazione contro una compagine di categoria superiore. Per me è una grandissima soddisfazione. Vedere esordire con tanta personalità un ragazzo dell’88’ è solo motivo d’orgoglio. Diciotto anni nemmeno da compiere, ma tanta voglia di fare bene e di dimostrare il suo valore anche in prima squadra. E’ un avellinese e ci tiene a guadagnarsi un posto tra i grandi. E sono convinto che come lui, anche Matarazzo e Ragosta faranno bene. Sono patrimonio dell’Avellino e si renderanno utili per la nostra causa. Questi ragazzi sono l’ennesima dimostrazione di quanto di buono fatto nel settore giovanile in questi anni. E sono convinto che chi mi ha sostituito riuscirà a portare avanti il progetto intrapreso ”. (di Sabino Giannattasio)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here