Calcio – Enrico Preziosi agli arresti domiciliari

20 Settembre 2005

All’atripaldese Enrico Preziosi, ex presidente di Saronno e Como ed attuale numero uno del Genoa, nonché importante figura nel mondo dei giocattoli é stata notificata oggi un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, nell’ambito dell’inchiesta per bancarotta relativa al fallimento del Calcio Como. L’ordinanza per bancarotta fraudolenta è gli arresti domiciliari sono stati firmata dal gip Nicoletta Cremona, su richiesta del sostituto procuratore Vittorio Nessi. Il provvedimento è stato notificato dai finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza della cittadina lombarda. Al momento non si sa dove l’ordinanza sia stata notificata, né in quale domicilio l’imprenditore trascorrerà il periodo di custodia cautelare. Problemi con la giustizia anche per Matteo Preziosi, figlio del patron dei grifoni. Anche lui da oggi ai domiciliari. Matteo Preziosi andrà a giudizio, con udienza il 25 ottobre, per insulti e spintoni a due vigili urbani di Genova uno dei quali, per puro caso, si chiama pure Grifone di cognome. I due, che hanno presentato querela, lo avevano fermato in auto per un controllo.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.