Calcio – D’Andrea: “Stiamo crescendo…i risultati arriveranno”

8 Novembre 2005

L’Avellino ha ripreso la preparazione in vista dell’incontro di domenica contro il Pescara. Ancora lavoro differenziato per Criaco. Il centrale calabrese, almeno per ora, sembra non poter recuperare in vista dell’incontro con gli adriatici. Ancora out anche Panarelli il terzino ex Napoli è ancora a Cesenatico ed i tempi di rientro per lui si allungano ancora di più. Alessio D’Andrea torna sulla sconfitta di Piacenza. Il difensore romano parla della sfida persa contro gli emiliani: “Al Garilli abbiamo disputato una buona partita, ma siamo tornati a mani vuote e questo è un vero peccato. La squadra è netta crescita. Anche, con il Mantova abbiamo disputato un’ottima gara e sicuramente avremo meritato qualcosa in più”. Sui miglioramenti della linea arretrata il calciatore romano afferma: “Rispetto alle prime partite adesso, giochiamo gli uni per gli altri e le cose vanno decisamente molto meglio. Adesso guardiamo al futuro con un occhio diverso e con la consapevolezza di avere tutte le carte in regola per salvarci”.
Non avete paura che si ripeta la storia di due anni fa. Non credete che per voi della vecchia guardia questo momento negativo possa influire psicologicamente ?
“Non scherziamo. Rispetto ad allora siamo molto più maturi. Siamo consapevoli dei nostri mezzi e sicuri di potercela giocare fino all’ultimo secondo con chiunque”.
Domenica c’è il Pescara una sfida da vincere assolutamente contro una diretta concorrente reduce da un inaspettata vittoria contro la Triestina. Non si può sbagliare. Anche perché dopo il calendario non vi darà una mano. Affronterete in ordine Atalanta, Torino e Crotone: “Il Pescara come altre cinque sei squadre presenti in questo torneo lotterà con noi per ottenere la permanenza tra i cadetti. Domenica non possiamo assolutamente fallire. Dobbiamo portare a casa questa vittoria. Loro sono reduci da una vittoria importante che li ha galvanizzati non poco e quindi viaggiano sulle ali dell’entusiasmo. Ma noi non possiamo sbagliare. Anche perché dopo dovremo vedercela con tre formazioni che mirano al salto di categoria. Sarà dura, ma dobbiamo incamerare più fieno possibile, per poter poi arrivare al giro di boa in una posizione di classifica più tranquilla”.
Forse in alcune gare nemmeno la fortuna è stata dalla vostra parte: “E’ vero… però non possiamo aggrapparci alle traverse… ai pali o agli errori arbitrali. Speriamo che da questa partita le cose vadano meglio”.
Con Colomba avete giocato sia con la difesa a tre che con quella a cinque, con quale modulo ti stai trovando meglio?
“Io non ho nessuna preferenza. A tre o a cinque per me è lo stesso. Come ho sempre detto, l’importante è giocare. Per mia fortuna, a differenza di qualche altro mio compagno, ho la possibilità di riuscire a ricoprire più ruoli e questo è sicuramente un vantaggio. Sono contento della fiducia che mi sta dando il mister e spero di ricambiarla…” (di Sabino Giannattasio)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.