Calcio – Carboni: “Uniti e compatti per conservare la B”

0
4

L’Avellino si prepara ad una sfida delicata ed importante contro il Frosinone. Un match da vincere a tutti i costi e che precederà un miniciclo di fuoco che vedrà i biancoverdi opposti a Bologna, Lecce, Chievo e Ascoli. Lupi attesi quindi da un periodo difficile e la gara contro i ciociari assumerà un doppio valore. Un match che la truppa di Carboni può e deve vincere, i numeri dei gialloblù in quest’ultimo mese depongo a favore degli irpini: 3 punti nelle ultime sette gare, 3 sconfitte consecutive e 37 goal subiti con la seconda peggior difesa del torneo insieme a quella dello Spezia. L’undici di Cavasin è reduce dal 5 a 1 interno contro il Pisa. Una sconfitta pesante per i canarini che avevano iniziato il torneo con altri propositi. I biancoverdi dal canto loro cercheranno di riprendersi la vittoria dell’andata, dove al ‘Matusa’ venne disputata una delle migliori partite esterne di questo torneo da De Angelis e compagni, ma da dove si uscì a mani vuote per opera di una doppietta di Lodi, dopo essere passati in vantaggio con Pellicori. Ora però la storia è diversa: l’Avellino è in crescita, i laziali in fase calante. Si vuole e si deve portare a casa l’intera posta in palio per far sprofondare anche loro nei meandri della bassa classifica ed allargare il gruppo di squadre invischiate nella lotta alla sopravvivenza. “Si lavora per ottenere sempre il massimo. E’ normale che quando qualcosa non va il mio umore non è dei migliori – afferma il tecnico Carboni – ma questa è una questione marginale. Adesso dobbiamo soltanto pensare a riscattare un risultato negativo come quello di Mantova. Avremo un incontro molto impegnativo contro una squadra che darà il massimo per riscattare batosta di sabato scorso. Da parte nostra ci vorrà cuore e attenzione perché, come ho detto a più riprese, le gare nel girone di ritorno hanno un valore doppio”. Il tecnico dei lupi fa un passo indietro, parla del mercato, degli ultimi arrivi e di una rosa completata soltanto nelle ultime battute: “Sono molto contento della campagna acquisti, sono arrivati ragazzi giovani con grandissimi stimoli e con tanta voglia di dimostrare il proprio valore. Elementi che hanno accettato volentieri, senza pensarci due volte, nonostante avessero diverse proposte non solo in B. Per Cherubin la Reggina era gia d’accordo con il Grosseto, ma il ragazzo ha preferito trasferirsi qui ad Avellino. Evidentemente un pò di credibilità l’abbiamo anche noi. Dobbiamo fare leva sulle motivazioni che sono molto importanti per un calciatore che si inserisce in un nuovo spogliatoio”. Su come dovrà essere affrontato il prossimo incontro e sulla necessità di una maggiore concentrazione l’ex condottiero di Bari e Crotone è chiaro: “Coraggio, determinazione ed attenzione per sfruttare al massimo le occasioni. Ci vuole una attenzione superiore per riuscire a portare a casa il risultato anche in giornate dove non siamo stati particolarmente brillanti come con il Treviso. L’uno a uno di quindici giorni fa non mi va proprio giù, se avessero ristabilito le sorti dell’incontro prima avrei anche accettato. Ma così non posso farlo. Prendere goal su calcio piazzato con più centimetri in campo e con il solo Beghetto ed un altro avversario da marcare è assurdo. Ci siamo addormentanti e questo non deve assolutamente succedere. Non possiamo assolutamente permetterci queste leggerezze al di là del modulo e della tattica”. Sul bisogno di un migliore filtro da parte dei centrocampisti il commento è chiaro: “Quando parlo di equilibrio parlo di reparti. Noi in questa stagione – continua l’aretino- un pò per necessità e caratteristiche ci siamo adattati a giocare con tre attaccanti. Per una squadra che lotta per la salvezza non è di certo semplice. Tra le compagini che giocano per il nostro stesso traguardo siamo gli unici ad attuare questo schema. Se in casa abbiamo fatto bene fuori c’è tanto da rivedere”. Non sembra fiducioso in merito ad un pronto recupero di Anastasi che ha saltato l’ultima trasferta in Lombardia. Il centrocampista siciliano, che ha problemi ad una costola, ha ripreso ad allenarsi ma svolge ancora un lavoro differenziato. Nuovo forfait in vista per il numero 28 della formazione biancoverde: “Sono arrivati degli atleti utili alla causa, gestiremo meglio le situazioni, cosa che per tanto tempo non è stata fatta. Anastasi lavora per trovare la condizione giusta. Ora abbiamo Della Rocca in più, è un ottimo calciatore. Per il momento andiamo avanti così”.
AMBIENTE COMPATTO PER RAGGIUNGERE IL TRAGUARDO
“In questo momento dobbiamo sbagliare il meno possibile. Il mercato lascia strascichi anche nello spogliatoio, ma questo è nella normalità. Noi abbiamo avuto sempre come spirito comune l’appartenenza, la voglia di riscattarsi e farci valere. Adesso bisogna cambiare atteggiamento per remare tutti dalla stessa parte. L’importante è raggiungere l’obiettivo. Dobbiamo ricompattarci con la tifoseria. La gente ci è sempre stata vicina, ma ora più di prima abbiamo bisogno di loro: la spinta dagli spalti dà una grossa carica ai ragazzi, questo è un gruppo che viaggia sulle ali dell’entusiasmo e se il pubblico lo incita e gli è vicino può fare cose davvero eccezionali. É interesse di tutti arrivare in fondo compatti e conservare la B. Sono giunti qui dei giocatori giovani, di qualità che ci potranno dare un enorme contributo. Non siamo superiori a nessuno, ma possiamo giocarcela con tutti. Sabato per noi ci sarà uno scoglio difficile, una squadra arrabbiata che doveva lottare per altri traguardi”.
DUE DI TROPPO
“Io sono pagato per fare delle scelte. Il mercato è stato condizionato dal fatto che alcuni sono arrivati alla fine, altrimenti scelte problematiche non ce ne sarebbero state. Passare per quello che deve ‘tagliare’ non mi piace. I giocatori meritano grande rispetto a partire da quelli che si sono infortunati su questo campo di patate. Purtroppo il regolamento dice che dobbiamo metterne fuori alcuni giocatori”.
STELLA E DEFENDI I PRESCELTI
“Per Marco i tempi di recupero si allungano ed egoisticamente parlando noi abbiamo bisogno di giocatori pronti subito. Sono convinto che nei suoi confronti la società manterrà in pieno gli impegni. Per quanto concerne l’altro elemento decideremo nelle prossime ore, vedremo che prospettive ci saranno con il mercato estero”.

(di Sabino Giannattasio)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here