Calcio – Biancolino ed Evacuo blindano il secondo posto

0
2

TARANTO 4-2-3-1: Faraon, Panini, Castroni, Caccavale, Colombini, La Rosa, De Liguori, Mortari, Catania, Mattioli (78’ Scarci), Ambrosi (64’ Deflorio). A disp: Maraglino, Cejas, Formuso, Prosperi, Zito.
All: Papagni

AVELLINO 4-4-2: Gragnaniello, Ametrano, Bacis, Puleo, De Angelis, Porcari, Riccio, Di Cecco (61’Garzon), Moretti, Biancolino, Evacuo (78’ Grieco). A disp: Tilaro, Moresi, Ulivi, Tufano, Rivaldo.
All: Vavassori
Arbitro: Valeri di Roma
Assistenti: Chiari di Terni e Palatta di Tivoli
Reti: 13’ Mattioli, 24’ Biancolino, 42’ Evacuo
Ammoniti: Castroni, Mortari, Di Cecco, Bacis
Angoli: 4 a 7
Recupero: 4’ st

Secondo posto blindato ed ora sotto con i play-off. Allo Jacovone di Taranto va di scena un anticipo di quella che sarà la prossima semifinale nella post-season. 2 a 1 il risultato finale per i biancoverdi che riescono anche a sfatare il tabù legato all’impianto dei rossoblu. Infatti, gli irpini non sono mai stati vittoriosi in terra jonica prima di oggi. Una vittoria di rimonta per i biancoverdi che dopo essere passati in svantaggio per merito di Mattioli sono riusciti a ribaltare le sorti dell’incontro grazie a Biancolino ed Evacuo. Il primo ha raggiunto le 24 reti, record storico per un calciatore dell’Avellino in un unico campionato. Il secondo, che non segnava dallo scorso 18 febbraio contro il Foggia, ha potuto sprigionare la sua gioia sotto la curva dei supporter irpini. Il bomber di Pompei reduce da un periodo non troppo brillante, che lo ha visto nell’occhio ciclone, ha finalmente offerto una buona prova mettendosi a servizio della squadra per tutta la permanenza in campo. Mister Vavassori conferma quasi in blocco lo stesso undici che ha battuto il Lanciano. Le uniche novità sono rappresentate da Bacis al posto di D’Andrea – fermo per infortunio -, Riccio al posto di Garzon ed Evacuo che è subentrato a Grieco in attacco. Davanti a Gragnaniello, difesa a quattro con Ametrano e De Angelis sugli esterni ed il duo Bacis – Puleo al centro. Linea mediana da destra verso sinistra con Porcari-Riccio-Di Cecco e Moretti. In avanti Biancolino e Evacuo. Al 5’ Porcari crossa al centro per Biancolino. Colpo di testa debole che si spegne tra le mani del portiere. All’8’ Porcari stoppa la palla al limite e di esterno calcia a rete. Tiro ampiamente al lato. Al 13’ Ambrosi crea il panico tra le maglie della difesa biancoverde si libera di due avversari e cede la palla a Mattioli che di destro ben appostato poco dentro l’area non perdona. Taranto in vantaggio. I lupi rispondono subito. Un minuto dopo angolo di Moretti, De Angelis di testa prova a superare Faraon che devia in angolo. Al 23’ Ambrosi si libera di Puleo e fa partire un tiro dai 40 metri che si spegne di poco sopra l’incrocio dei pali. Al 24′ l’Avellino raggiunge il pari: De Angelis innesta Evacuo che fa partire un diagonale che viene respinto da Faraon. Sulla sfera si avventa Biancolino che di testa da pochi passi ristabilisce il risultato. Al 26’ ci prova nuovamente il bomber di Pompei che manda la sfera al lato. Al 30’ Porcari crossa al centro dell’area per Biancolino. Il Pitone si libera di un avversario e di sinistro calcia alto sulla traversa. Al 37’ fallo dubbio di Porcari su Ambrosi in area di rigore, l’arbitro fa proseguire tra le proteste dei padroni di casa. Al 42’ Avellino in vantaggio: punizione di Moretti, la palla deviata giunge ad Evacuo che ben appostato supera con un diagonale Faraon. Il centravanti di Pompei ritrova la rete dopo tre mesi. Al 55’ conclusione di Mortari su calcio piazzato, Gragnaniello respinge . Al 65’ conclusione di La Rosa che si spegne tra le mani dell’estremo biancoverde. Al 67’ Garzon. Al 75’ Bella triangolazione Biancolino-Garzon- Biancolino. Il Pitone giunto in area calcia a rete, ma Faraon risponde presente. Al 78’sponda di Mattioli per l’accorrente Mortari. Il tiro del numero sette viene bloccato da Grangnaniello. E’ questo l’ultimo sussulto della gara… Appuntamento tra quindici giorni. Con l’auspicio che gli irpini riescano a ‘replicare’ mettendo un altro mattone verso la rincorsa alla B. (dall’inviato Sabino Giannattasio)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here