Calcio Avellino, il segreto di D’Angelo: “Ora sappiamo soffrire”

0
7

Calcio – Non c’è tregua per l’Avellino che domani sera scenderà in campo nel tentativo di bissare il 2-0 rifilato 48 ore fa allo Spezia. Il successo sui liguri ha fatto salire nuovamente in cattedra Angelo D’Angelo, che ha ripagato con la solita quantità ed un lampo di classe (il lancio millimetrico per la torre di Schiavon in occasione del vantaggio di Galabinov) il suo reinserimento tra i titolari da parte di Massimo Rastelli. La vigilia con il Trapani è affidata proprio alle parole del mastino di Ascea, in sala stampa dopo la rifinitura sostenuta al Partenio-Lombardi.

L’abitué Trapani. “Con la vittoria contro lo Spezia siamo entrati nei play-off e vogliamo rimanerci. Ogni partita ha una storia diversa. Il Trapani non è in un buon momento, ma gioca un buon calcio palla a terra. Sarà una gara difficile da non fallire. All’andata Mancosu e compagni non erano in giornata ma alla fine riuscirono a punirci pareggiando il match. Andiamo praticamente a braccetto con il loro – continua – Dalla Seconda Divisione abbiamo giocato due play-off. Conosciamo la mentalità e l’impostazione di squadra di Boscaglia. L’obiettivo è puntare a bissare la vittoria in Supercoppa dell’anno scorso. C’è stato poco tempo per preparare la partita, soprattutto in fase di non possesso”.

Consapevolezza. “Abbiamo imparato a soffrire, come dimostrano le partite con Crotone e Spezia. Siamo tornati quelli del girone d’andata. Siamo determinati a raggiungere i play-off in questa fase finale”.

La primavera di Togni. “Ha avuto un momento di difficoltà come può capitare a qualsiasi giocatore. Le sue caratteristiche sono note. I campi pesanti lo hanno penalizzato molto a livello tecnico. Ora è più sereno e potrà darci una grossa mano “.

(Claudio De Vito)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here