Calcio Avellino: a quattro gare dal termine non è tutto chiuso

0
8

Mancano soltanto quattro partite al termine del campionato. L’Avellino, che si è affacciato nuovamente nell’ex C-1 dopo la gestione Pugliese, si è tolta le sue belle soddisfazioni ma a tratti ha anche deluso una piazza che ha creduto in scenari importanti. Lumezzane e Spal in trasferta, Pavia e Taranto in casa, ai lupi potrebbero bastare due punti per ottenere la matematica salvezza. Permanenza che è l’unico obiettivo che il sodalizio irpino si è prefissato ad agosto. L’allenatore dell’Avellino al termine del match perso a Como ha predicato umiltà. C’è chi parla di salvezza, c’è chi invece, teme ribaltoni e cali di attenzione nelle ultime battute di un torneo livellato verso il basso e che i biancoverdi potevano archiviare già alcune settimane fa.
Mal di trasferta – L’Avellino non vince dalla trasferta di Pavia lontano dal “Partenio-Lombardi”. Una eternità, tutte o quasi hanno fatto meglio dei lupi che hanno racimolato la maggior parte dei punti tra le mura amiche. La nota triste e che anche il gol in trasferta arriva con il contagocce e chi lo fa non è un attaccante, ma bensì un difensore (Cardinale a Terni). Dati non proprio confortanti per una squadra ancora alla ricerca di una identità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here