Busta con proiettile rinvenuta alla sede Asa. Indaga la polizia

0
3

Avellino – Un messaggio minaccioso ed un proiettile inviati alla sede Asa di viale Italia e rivolti a Giuseppe Negrone, consigliere comunale ed esponente dei Ds e Carmine Laudonia. Questa mattina la busta è stata rinvenuta dall’addetto alla ricezione della posta, che ha chiesto l’intervento immediato della polizia. La missiva non è arrivata per posta, ma è stata manualmente infilata nella buca, prova è che il francobollo non è stato annullato con la timbratura del servizio postale. Gli ignoti avrebbero voluto inviare la lettera per posta prioritaria, ma hanno sbagliato l’affrancatura: particolare che potrebbe rappresentare un argomento di prova utile per capire che non deve essersi trattato di iniziativa proveniente da un’ associazione ben organizzata. Si ritiene, pertanto, che sia assolutamente falsa l’apposizione della firma delle “BR” sotto la missiva. Non è la prima volta che l’Asa si trova al centro di atti intimidatori, perché nel recente passato alcuni dipendenti sono stati fatti oggetto di minacce e due automezzi sono stati incendiati. La Cisl irpina denuncia il clima di intimidazione che sta coinvolgendo la società Asa ed in modo particolare i lavoratori. “Quello che è accaduto oggi e che coinvolge in maniera diretta la nostra organizzazione e due validi dirigenti dell’Asa – affermano gli esponenti della Cisl irpina – a cui va la nostra solidarietà, richiede necessariamente un più efficace ed attento intervento delle forze dell’ordine per garantire e salvaguardare l’integrità dei lavoratori. La Cisl irpina si sente mobilitata per garantire il suo sostegno a tutte le maestranze dell’Asa e chiede il sollecito coinvolgimento di tutte le istituzioni e le forze poltiche per garantire alla società ed ai suoi lavoratori sicurezza e stabilità”. I Democratici di sinistra esprimono la massima solidarietà nei confronti dei dirigenti vittime dell’atto intimidatorio e osservano che la ferma reazione delle istituzioni rappresenta la sfida per il futuro della nostra collettività. “Il fatto che Giuseppe Negrone ricopra il ruolo importante nei Ds – affermano gli esponenti cittadini della Quercia – ai più distratti può apparire una coincidenza, ma non lo è se si ricorda la battaglia sulla legalità che il nostro partito, spesso in solitudine, ha ingaggiato da tempo. Come al solito la malavita è più attenta di qualche osservatore che si vuole ergere a giudice dei comportamenti altrui. Lavoreremo affinché il livello di allerta non si abbassi e nel contempo proporremo tutte quelle iniziative pubbliche che aiutino a scuotere quelle coscienze oggi sopite”. (in corso di aggiornamento)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here