Bullismo a Grotta: la scuola fa chiarezza

Bullismo a Grotta: la scuola fa chiarezza

3 Maggio 2021

Una madre, giorni fa, ha raccontato che il figlio di otto anni, iscritto all’Istituto Comprensivo Statale San Tommaso D’Aquino di Grottaminarda (Avellino), ha subito una aggressione da coetanei nel bagno della scuola.

L’istituto, che si è affidato all’avvocato Gerardo Di Martino per tutelarsi, ha fatto voluto fare chiarezza

“In riferimento all’articolo apparso su varie testate giornalistiche relativo ad atti di bullismo avvenuti  nell’Istituto Comprensivo di Grottaminarda si rappresenta quanto segue :

In data 29 aprile 2021 al termine della giornata scolastica, intorno alle ore 13,30 circa mentre ero nell’ufficio di presidenza insieme al 1^ collaboratore arrivava una mamma insieme al figlio, frequentante l’istituto scolastico di Grottaminarda.

La stessa riferiva che il figlio era stato oggetto di atti di bullismo e che essi erano avvenuti nel bagno della scuola. Ascoltato l’alunno, lo stesso non sapeva riferire chi fosse l’aggressore.

La scrivente assicurava alla madre che la scuola avrebbe tenuto alta l’attenzione, più di quanto già fa.

Successivamente intorno alle ore 13,45, sempre alla presenza del 1^ collaboratore  la scrivente contattava 

 due docenti della classe per sapere se essi fossero a conoscenza di qualcosa ma gli stessi riferivano di  non 

sapere nulla né l’alunno aveva detto loro qualcosa in merito ai (presunti) atti di bullismo subito.

La scuola da tempo ha posto attenzione   allo sviluppo di comportamenti responsabili ispirati alla conoscenza  e al rispetto della legalità , attraverso l’inserimento di uno specifico progetto nel P.T.O.F..