Bozza esame di maturità, domani sit-in degli studenti a Piazza Libertà

0
1172

Secondo la bozza dell’esame di maturità, i maturandi dovranno svolgere due prove scritte, una prima prova di italiano e una seconda prova sulle discipline caratterizzanti a scelta della commissione, più un colloquio orale.

L’Unione degli Studenti, in qualità di sindacato studentesco, lancia un sit-in in Piazza Libertà per venerdì 4 febbraio alle 10:00, in occasione della data nazionale dello sciopero per l’esame di maturità.

“A seguito della bozza del decreto sull’esame di maturità uscita da pochi giorni, abbiamo riscontrato grande dissenso tra la comunità studentesca” -dichiara Chiara Mariconda, coordinatrice di Uds Avellino- “Per questo abbiamo lanciato un sit-in, aperto a tutti, ma rivolto in particolare ai maturandi, per manifestare il proprio malcontento e progettare insieme un nuovo esame di maturità. Noi studenti e studentesse non siamo stati resi partecipi della scelta dell’esame di maturità, visto che Bianchi non ha convocato alcun incontro con le rappresentanze studentesche. Ancora una volta, siamo di fronte a un governo che non dialoga con gli studenti e con le studentesse, ma si limita a prendere decisioni dall’alto”.

“Per noi è evidente che la scelta dell’esame di maturità sia frutto di una decisione esclusivamente politica” -aggiunge Anita Maglio, responsabile organizzazione di Uds Avellino- “Siamo di fronte a un governo che continua a mettere in primo piano la ripresa economica a discapito di tutto il resto e che ci vuole illudere di star tornando alla normalità. Considerando l’attuale situazione epidemiologica o le difficoltà a cui sono costrette le classi in didattica integrata a causa dei positivi o ancora le dure repressioni seguite alle manifestazioni sull’alternanza, emerge chiaramente quanto questa normalità è solo apparente, ma anzi urge una riforma sostanziale del sistema scolastico”.

“Inoltre, considerando l’esame di maturità il frutto di un percorso scolastico di cinque anni, riteniamo sbagliato che non si sia tenuto conto delle modalità in cui i maturandi hanno svolto buona parte del triennio” -conclude Maria Chiara Della Pace, responsabile comunicazione di Uds Avellino- “La maturità di quest’anno sarebbe potuta essere un’occasione per riformare una volta per tutte l’esame di maturità. Convochiamo sit-in perché chiediamo una riforma definitiva dell’esame di maturità e vogliamo che gli studenti e le studentesse siano resi partecipi di tale processo”.