Borgo dei Filosofi, in Irpinia i migliori pensatori di fama mondiale

0
8

Presentata presso la Casina del Principe di Avellino, la terza edizione del “Borgo dei Filosofi”, la kermesse dedicata all’individuo e alla comunità, al pensiero occidentale contemporaneo che vedrà in Irpinia personaggi internazionali del mondo filosofico. A fare gli onori di casa l’assessore alla Cultura Salvatore Biazzo, che rinnova con spirito di entusiasmo la sinergia con la Comunità Montana Terminio Cervialto. “Mi fa piacere che la città di Avellino si apre ad iniziative del genere che vengono dai territori provinciali. E’ una kermesse dall’indiscusso valore che dà smalto e importanza alla nostra Irpinia. Dobbiamo dare risalto alla nostra terra promuovendo manifestazioni simili che ci proiettano in un contesto nazionale. E l’apertura ufficiale della kermesse al Teatro Gesualdo del 17 novembre è un segno tangibile. Prenderà parte, il grande Zygmunt Bauman e mi sono fatto portavoce tra gli istituti scolastici affinchè tutti gli studenti partecipano attivamente alle giornate messe in cantiere dalla Comunità Montana Terminio Cervialto”. Un percorso che concentrerà l’attenzione sulla provincia di Avellino fino all’1 dicembre. “Il Borgo dei Filosofi” dice il presidente della Comunità Montana Nicola Di Iorio “è una manifestazione culturale tra le più importanti della Campania e dell’intero Mezzogiorno d’Italia, che in maniera itinerante tra i borghi della provincia di Avellino accoglierà straordinari pensatori di caratura internazionale da Zygmunt Bauman, Alain De Benoist, Erwin Bader, Marco Tarchi, Massimo Donà e tanti altri. Un connubio tra lectiones magistrales e la realtà quotidiana della vita dei piccoli borghi a partire da Castelvetere sul Calore, Volturara Irpina, Bagnoli Irpino, Montella, Taurasi, Nusco. Questa manifestazione è nata grazie all’impegno e alla passione dell’Assessore Angelo Antonio Di Gregorio e del professor Francesco Saverio Festa. Il Borgo dei Filosofi supportato quest’anno anche dal Parco regionale dei Monti Picentini, continua a muoversi su una strada precisa: quella di mettere l’individuo al centro della speculazione filosofica, mettendolo in rapporto con il mondo che cambia”. Il programma prevede sette incontri. Si apre ad Avellino il 17 novembre alle ore 10 al Teatro Gesualdo con Zygmunt Bauman, nel pomeriggio presso l’aula magna Istituto d’Arte Avellino appuntamento con il prof. Emerito Aldo Masullo. Martedì 18 novembre alle ore 10 a Castelvetere sul Calore interviene il professore Giorgio Baratta e alle ore 16 il professore Francesco Tomatis. Mercoledì 19 novembre alle ore 10 a Volturara Irpina partecipa Giuseppe Riconda, a seguire proiezione lungometraggio “Socrate e la Nuvola Rosa” con Carlo Rivolta di Andrea Lucisano. Chiude alle ore 15 il professore Erwin Bader. Giovedì 20 novembre a Bagnoli intervento del professore Andrea Pitasi, segue Carlo Vinti. Alle ore 17 Umberto Curi chiude la quarta giornata dell’evento. Venerdì 21 alle ore 10 a Montella lezione con il professore Nicolao Merker e Marco Tarchi, nel pomeriggio Alain de Benoist. Sabato 22 la terza edizione di Borgo dei filosofi si trasferisce a Nusco con il professore Alessandro Ghisalberti e Ugo Perone, alle ore 15 Biagio De Giovanni. Chiusura l’1 dicembre a Taurasi con una tavola rotonda con il professore Massimo Donà, a seguire al Castello concerto di chiusura. Nei giorni 17 novembre e 1 dicembre mostra dell’artista Gennaro Vallifuoco, il 20 e 22 novembre mostra dell’artista Felice Storti. (di Mauro Mastroberardino)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here