Bomba al centro per l’impiego: processo rinviato

Trasferita la competenza del procedimento, dal giudice monocratico al collegio. Se ne riparlerà a dicembre.

0
525

Il processo a carico dei due uomini di Avellino, arrestati con l’accusa di aver piazzato l’ordigno artigianale che ha danneggiato il centro dell’impiego di via Pescatori, è slittato a inizio dicembre. Per una questione di incompetenza procedurale, il procedimento penale è stato trasferito al giudice monocratico a un collegio giudicante (composto da più magistrati), come previsto dai reati oggetto di approfondimento.

I fatti risalgono a marzo del 2020, quando l’ordigno deflagrò davanti all’ingresso della struttura. Il tribunale del Riesame di Napoli ha escluso la finalità terroristica e derubricato il reato di attenta con finalità eversiva in danneggiamento. Per questa ragione la competenza del processo era passata da Napoli ad Avellino. Ora il nuovo cambiamento, in attesa che a dicembre il procedimento penale prenda il via.