Bollette: Avellino la provincia dove si è speso di più

0
1158
Gas price increase concept: 20 euro banknote burnt on a lit stove

Secondo l’analisi di Facile.it, guardando ai consumi energetici del 2022, le famiglie residenti in provincia di Avellino hanno speso, in media, 1.400 euro per la bolletta elettrica (+108% rispetto al 2021) e 1.609 euro per il gas (+57%). Sebbene la bolletta della luce sia stata la più “leggera” della regione, Avellino risulta essere la provincia della Campania dove, tra luce e gas, si è speso di più.

Se a livello regionale la spesa media 2022 per l’energia elettrica è stata pari a 1.519 euro (il terzo conto più salato della Penisola), guardando ai consumi a livello territoriale emerge che si è speso di più nelle province di Napoli (1.535 euro), Caserta (1.524 euro) e Benevento (1.521 euro); chiudono la classifica Salerno (1.514 euro) ed Avellino (1.400 euro).

Per la bolletta del gas, invece, a livello regionale la spesa media è stata pari a 1.009 euro, il dato più basso rilevato a livello nazionale; analizzando i dati provinciali, le aree dove si è pagato di più sono state quelle di Avellino (1.609 euro) e Benevento (1.215 euro); ultime nella graduatoria regionale Caserta (955 euro), Salerno (954 euro) e Napoli (927 euro).

L’andamento provinciale della bolletta elettrica

Complessivamente, quindi, tra luce e gas, nel 2022 i campani hanno sborsato, mediamente, 2.528 euro a famiglia (rispetto ai 1.371 euro del 2021), ma in quali province si è speso di più?
Focalizzandosi sulla sola energia elettrica ed analizzando i dati su base provinciale, al primo posto si posiziona Napoli, area dove il consumo medio a famiglia rilevato nel 2022 è stato pari a 3.151 kWh che, considerando le tariffe dello scorso anno in regime di tutela, corrisponde ad un costo di 1.535 euro; seguono Caserta (1.524 euro, 3.127 kWh) e, a brevissima distanza, Benevento, provincia dove sono stati messi a budget, mediamente, 1.521 euro per un consumo medio rilevato di 3.122 kWh.
Chiudono la classifica Salerno (1.514 euro, 3.108 kWh) ed Avellino, provincia che, nel 2022, ha rilevato i consumi più bassi della regione (2.873 kWh) e quindi la bolletta più “leggera” (1.400 euro).

L’andamento provinciale della bolletta gas

Anche sul fronte del gas le bollette sono differenziate a seconda dei consumi medi rilevati. Dall’analisi emerge che se sul fronte dell’elettricità i residenti ad Avellino sono i più fortunati, va molto peggio per il gas tanto che, lo scorso anno, hanno pagato il conto più salato; mediamente, 1.609 euro a fronte di un consumo di 1.258 smc. Segue la provincia di Benevento (1.215 euro, 950 smc).
Valori inferiori alla media regionale per Caserta (955 euro, 747 smc) e, a brevissima distanza, Salerno (954 euro, 746 smc). Chiude la classifica Napoli, dove sono stati messi a budget per il gas “solo” 927 euro (725 smc).