Biodigestore Chianche, il no del movimento La Rete

0
20

La Rete, movimento politico neo costituito, per il tramite del portavoce sud Italia, Ivano Manno, si schiera al fianco del Comitato “Nessuno tocchi l’Irpinia” per dire no alla costruzione del biodigestore sul territorio di Chianche. “L’area a vocazione vitivinicola caratterizzata dalla produzione del Greco di Tufo non può essere stravolta da imposizioni provenienti dall’alto senza aver tenuto conto della volontà e dell’autodeterminazione dei territori. Per questo – spiega Manno – aderiamo come movimento a tutte le iniziative volte a far sentire la voce dei territori verso gli organi governativi ed invitiamo tutti i sindaci e le amministrazioni comunali affinchè una sola voce si alzi dall’Irpinia per impedire questo ed altri futuri scemp”.

Articolo precedenteNuovi platani a Viale Italia entro fine anno
Articolo successivoNuovo caso di Covid-19 in Irpinia: un positivo a Moschiano
Giornalista. Ottimo. Leva (calcistica) dell’86. Sono laureato in Scienze Politiche all’Ateneo di Salerno con tesi in Diritto Amministrativo Europeo e un Master di II livello in Economia e Gestione delle Imprese. Ma la mia è una vita dedicata allo sport, più precisamente al calcio. A raccontarlo ho cominciato sin da piccolo e con Irpinianews, il giornale online al quale mi sento più affine, sto diventando grande. Da due anni in forza alla redazione, prima come cronista di calcio minore e successivamente, anche come inviato, a seguire le vicende dell’Avellino Calcio. Il web è il mio mondo, mi piace catturare e offrire notizie in tempo reale. Ho lavorato presso l’ufficio stampa del Comune di Salerno, con l’agenzia di stampa Mediapress, ho preso confidenza con il mondo dei social network e della condivisione di informazioni.