Bimba in crisi respiratoria, il suo cuore si ferma. Carabinieri la salvano

0
5041

Sono le 14 ma le lancette dell’orologio sembrano rallentare. Come il cuore ed il respiro di una bambina di 4 anni, distesa sulla panchina di una scuola di Marigliano. Immobile, priva di sensi. Le educatrici temono il peggio, la piccola soffre di una malattia congenita. Qualcuno chiama il 112, altri il 118. È il caos.

Ad arrivare per primi in quella scuola dell’infanzia di via Pontecitra sono i carabinieri di Castello di Cisterna.
I militari circondano quel corpicino e le praticano immediatamente una manovra toracica. Un sussulto e poi il volto della bimba riprende colore in volto. La distendono sul fianco, lei vomita schiuma dalla bocca. È salva.

Intanto arriva l’ambulanza e si parte per l’ospedale. La piccola ora sta bene ma rimarrà ancora ricoverata per qualche giorno.

Una storia che spaventa e che commuove allo stesso tempo. Una storia a lieto fine che sottolinea la competenza e la prontezza delle forze dell’ordine. I carabinieri intervenuti sono stati subito definiti dei veri e propri “angeli salvatori”, sono stati ringraziati dal più profondo del cuore dai genitori della piccola, dalla dirigente scolatica e dalle maestre che hanno vissuto momenti di terrore ed impotenza.