Bilance non a norma: scattano le multe in alcuni esercizi commerciali

Bilance non a norma: scattano le multe in alcuni esercizi commerciali

14 Aprile 2020

In questo periodo di emergenza epidemiologica, i carabinieri del Gruppo Forestale di Avellino stanno svolgendo numerose verifiche anche a salvaguardia dell’economia dell’Irpinia.

Particolare attenzione è rivolta all’individuazione delle violazioni riguardanti la disciplina sulla pubblicità dei prezzi, delle frodi in commercio nonché a garantire la qualità delle merci, mediante controlli mirati nei confronti delle attività commerciali deputate alla vendita di beni di prima necessità come generi alimentari, prodotti per l’igiene, mascherine e detersivi di protezione individuale, al fine di prevenire ingiustificati rialzi dei prezzi.

I riscontri sono finalizzati ad evitare potenziali manovre speculative tese a conseguire un indebito vantaggio economico a danno dei consumatori. Centinaia gli esercizi commerciali controllati dai carabinieri che hanno riscontrato che la maggior parte rispettano le normative vigenti.

In particolare, i carabinieri della Stazione Forestale di Ariano Irpino hanno elevato una sanzione amministrativa al titolare di un negozio di Zungoli che faceva uso di una bilancia posizionata in modo non visibile all’acquirente.

I carabinieri della Stazione Forestale di Lioni hanno invece elevato sanzioni amministrative ai titolari di due esercizi commerciali del posto che facevano uso di bilance non sottoposte alla revisione periodica.

I militari della Stazione Forestale di Castel Baronia e di Mirabella Eclano hanno elevato una sanzione amministrativa in quanto riscontravano che l’addetta al banco frigo di un supermercato di Trevico non indossava il copricapo. È scattata la sanzione amministrativa anche per il titolare di una macelleria del medesimo comune che vendeva
alimenti privi dell’etichetta riportante le informazioni degli ingredienti.