PLAY OFF/ Sidigas: che spettacolo questa Avellino, è sua gara 2 e la semifinale è più vicina

0
9

En plain della Sidigas Avellino che sconfigge nuovamente la Giorgio Tesi Group Pistoia con il punteggio di 83-70 al Pala Del Mauro e mette un piede in semifinale scudetto.

Ancora troppo forte la squadra di Sacripanti che dopo essere sbandata nei minuti iniziali è stata brava a ricompattarsi e a portarsi a casa gara 2 senza troppi affanni e patemi.

Nel giorno della premiazione come MVP della regular season, James Nunnally sfodera l’ennesima prestazione straordinaria coronata da ben 32 punti (21 messi a segno solo nel primo tempo)

Gara 3 in programma mercoledi 11 maggio al Pala Carrara di Pistoia alle 20:30.

MATCH: A distanza di 48 ore la Sidigas Avellino, dopo il successo di gara 1, ritorna tra le mura amiche del Pala Del Mauro per affrontare la Giorgio Tesi Group Pistoia in occasione della gara 2 dei quarti di finale dei play off scudetto 2016.

Match cruciale per non dire decisivo. Una vittoria per i lupi biancoverdi significherebbe ipotecare il passaggio alle semifinali e scaricare tutta la pressione sulla squadra toscana che sarà obbligata a vincere i due match interni del Pala Carrara previsti nei prossimi giorni per poi giocarsi la bella nuovamente in terra irpina.

In una cornice di pubblico delle grandi occasioni fanno il loro ingresso in campo le squadre di Avellino e Pistoia per prepararsi al riscaldamento pre gara.

Prima del match il Presidente della Lega Basket Serie A premia James Nunnally, quale MVP della regular season e Nicola Alberani come miglior direttore sportivo dell’anno.

Tutto pronto per la palla a 2. Sacripanti conferma il solito starting five con Ragland, Acker, Nunnally, Leunen e Cervi. Risponde Esposito con Moore, Blacksheare, Knowles, Kirk e Antonutti.

Arbitrano: Lamonica, Biggi, Attard.

Partenza sprint di Pistoia con un parziale di 10-0 messo a segno da Blacksheare e dalle tripla di Kirk e Antonutti. Avellino ha difficoltà a trovare la strada del canestro ed in difesa subisce l’onda biancorossa. Coach Sacripanti, quando sono passati neanche 2 minuti di gioco, è costretto al primo time out della partita. E’ Acker, con una tripla, a rompere il ghiaccio per i lupi. In difesa subito palla recuperata per Avellino che sembra riaccendersi dopo la strillata del proprio coach. Anche l’attacco, con un super Nunnally, ritorna più fluido e la Scandone con un controparziale di 10-1 ritorna subito in partita. Time out per coach Esposito. Moore con una bella penetrazione realizza 2 punti vitali per la squadra toscana dopo un lungo digiuno. Al 5′ 10-13 per la squadra ospite. Un contropiede magistrale targato Ragland-Nullally,grazie alla palla recuperata in difesa di Acker, segna il primo vantaggio biancoverde incrementato con la super bomba di Leunen. Al 7′ Scandone avanti 17-13. Lombardi e Filloy tengono attaccata Pistoia alla partita; intanto per la Scandone entrano Buva, Green e Pini per Nunnally, Leunen e Cervi. Attacchi confusionari da entrambi i lati del campo, ci si avvia alla chiusura del primo quarto con una tripla di Nunnally servito alla perfezione da Green. 23 – 17 dopo i primi 10 minuti.

Avvio di fuoco per Avellino nel secondo quarto che dopo aver recuperato palla in difesa piazza una schiacciata in contropiede con Nunnally che finalizza anche un gioco da 3 punti. Prestazione pazzesca fino ad ora della guardia statunitense dei lupi. La nuova coppia dei lunghi avellinesi formata da Buva e Pini, mandata in campo da Sacripanti,è subito efficace sotto le plance. Il centro croata a suon di sportellate tiene bene nel duello contro il diretto avversario Kirk. Un pò sfortunata la squadra ospite che vede respingersi dal ferro dei buoni tiri presi in ritmo. Dall’altro lato del campo continua la superba prestazione di Nunnally che mette a segno un nuovo gioco da tre punti per il massimo vantaggio della Scandone. Al 13′ 32-19 per il team biancoverde. Blacksheare muove il tabellino degli ospiti con un buon appoggio a canestro. Ma questa sera James Nunnally trasforma in oro tutto ciò che tocca: nuova tripla e inerzia della partita nuovamente dalla partita di Avellino dopo un timido tentativo di Pistoia di recuperare parte dello svantaggio con Antonutti. Al 15′ 35-23 per i lupi e nuovo time out per la Giorgio Tesi. Un’ingenuità di Mastellari spiana la strada del canestro ad Acker che finalizza un nuovo gioco da 3 punti e fa registrare il massimo vantaggio della Sidigas: +15 al 16′. Filloy non ci sta e con due triple consecutive fa capire agli uomini di Sacripanti che gara 2 è tutt’altro che chiusa. Al 17′ 39-29 per la squadra di casa. Ma ecco che inizia il Ragland show, suoi i tre canestri consecutivi che spengono nuovamente le speranze di rimonta del team toscano. Si va all’intervallo con la Scandone avanti 47-33, con 21 punti messi a referto fino ad ora da James Nunnally.

Al ritorno in campo dopo la pausa, Pistoia prova a costruire una rimonta che farebbe di sicuro grande scalpore. Cervi non sfrutta un alley oop di Nunnally e per Kirk, dall’altro alto del campo è un gioco da ragazzi realizzare sotto canestro. Nunnally risveglia i suoi e riprende l’opera da dove l’aveva lasciata pochi minuti fa. Si segna poco in questi primi minuti del secondo tempo. Al 24′ 51-40 per Avellino che deve stare attenta alla vena realizzativa di Moore in questa fase delicata del match. Nunnally e Leunen continuano a mettere a segno punti preziosi per la squadra di Sacripanti. Antonutti da 3 punti corona un’azione giocata magistralmente dal team toscano, ma Avellino non lascia le mani dal volante. Buva, sotto canestro, è preziosissimo e Nunnally è una sentenza dal tiro dalla lunga distanza. Nuovo massimo vantaggio Sidigas: 61-15 al 27′ e time out per coach Esposito. Pistoia sembra alle corde ed è ancora Nunnally a realizzare  mettendo a segno il suo 30°punto. Czyz e Knowles provano a tenere in vita i compagni di squadra sperando che non sia troppo tardi. Il terzo quarto va in archivio con i lupi del basket avanti 66-51.

Inizia l’ultimo periodo di gioco con un canestro sotto le plance di Buva. Diversi gli errori da entrambi i lati del campo. Pistoia con Moore e Kirk prova ad approfittare di un momento di enpasse della Scandone che ha difficoltà a trovare la strada del canestro in questi ultimi minuti di partita: attacchi confusionari e poca pressione in difesa. Sacripanti corre subito ai ripari per evitare brutti scherzi e chiama in panchina i suoi. Al 33′ 68-55 per gli irpini. Veikalas realizza 2 tiri liberi dopo il fallo antisportivo fischiato a Moore e Avellino ritorna a muovere il punteggio. Filloy approfitta di una distrazione della difesa avellinese e fa scendere a 10 i punti di svantaggio della sua squadra dal team avellinese. Il solito Buva, dai liberi, con la sua prestanza fisica sotto canestro a ricacciare indietro Pistoia. Al 35′ 74-60 per la Scandone. Ragland è bravo sia a gestire i ritmi di gioco quando mancano davvero pochi minuti alla fine del match, sia ad essere mortifero con una bomba da 3 punti che costringe coach Esposito all’ultimo time out della partita. Succede poco o nulla dopo la sospensione tranne che un alley oop spettacolare messo a segno da Pistoia con Kirk. Ci si avvia alle battute finali della gara che la Scandone che controlla il match senza troppe ansie. Alla sirena finale è tripudio biancoverde. La Sidigas Avellino batte in gara 2 dei quarti di finale dei play off 2016 la Giorgio Tesi Group Pistoia col punteggio di 83-70 ed è ad un passo dalla semifinale. Primo match point mercoledì 11 maggio al Pala Carrara di Pistoia alle 20:30.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here