Basket Scandone, la carica dei 5000 per tenere vivo il sogno

0
15

Ritorna la Sidigas Scandone Avellino, ritornano i lupi affamati più che mai, quelli che tutti abbiamo apprezzato, quelli che si battono e lottano per portare a casa il successo. E’ stata la vittoria della squadra, del cuore, del carattere, della voglia di dimostarere a tutti quelli che non credessero che la serie delle semifinali tra Reggio Emilia e Avellino è ancora lunga, molto lunga per non dire lunghissima.

I lupi si sono battuti da vera squadra, hanno giocato una pallacanestro fluida e a tratti anche bella da vedere per tutti gli appassionati della palla a spicchi.
Fattore determinate la difesa messa in campo dagli uomini di Sacripanti che ha limitato le bocche di fuoco della Grissin Bon e ha costretto gli uomini di Menetti a diverse palle perse in attacco.

Determinate la presenza sotto canestro dei lunghi avellinesi, Buva, Cervi e Leunen anche questa volta, come gara 2, sono stati i veri dominatori del pitturato e hanno approfittato dell’assenza di Veremeenko che mai come in questa gara, per gli emiliani, si è fatta sentire duramente. Mostruosa la prova di Leunen autore di 9 punti in attacco e di ben 12 rimbalzi catturati conditi da ben 5 assist.

Dulcis in fundo l’importante ritrovamento degli atleti più talentuosi del roster biancoverde. Nunnally, con i suoi 20 punti, 8 assist e 8 rimbalzi per un totale di 29 di valutazione è ritornato ad essere quell’MVP del campionato apprezzato da tutti fino ad ora.

La guardia americana a stelle e strisce, insieme a Ragland ha dato quella spallata a Reggio Emilia a cavallo tra il terzo e il quarto quarto da cui poi il team emiliano non si è più ripreso. In una serata in cui Green è apparso ancora sottotono sono stati loro a caricarsi la squadra sulle spalle e a condurla alla vittoria tanto attesa e sperata dal pubblico.

Eh già, il pubblico! Uno spettacolo di colori, passioni ed emozioni che da un pò di tempo non si vedeva dalla parti di Contrada Zoccolari.

La carica dei 5000 nell’Inferno biancoverde è stata quella spinta in più che ha accompagnato i propri beniamini verso la strada del successo. Un palazzetto così può essere davvero un fattore importante per il prosieguo della serie, già da martedì quando la Scandone ritornerà sul suo parquet per pareggiare la serie e ripristinare l’equilibrio. La squadra ha risposto alla grande all’affetto del pubblico ed è per questo che si merita altrettanto calore nel match, forse, più importante di tutte le 7 gare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here