Basket – Pecile: “Le offerte ci sono, ma ad Avellino mi trovo bene”

0
2

È stato il colpo di mercato di Sanfilippo, che quest’estate è riuscito a portare in Irpina il talento e la simpatia di Andrea Pecile. Naturalmente a volerlo fortemente è stato anche coach Boniciolli, suo concittadino con il quale ha cominciato a giocare a pallacanestro ad un certo livello. Il play azzurro non solo si è rilevato un acquisto azzeccato, ma è senza ombra di dubbio il miglior giocatore biancoverde. Anche la stampa nazionale gli ha dato risalto, la scorsa settimana un giornale sportivo nazionale lo ha votato il secondo italiano del campionato. I numeri di Andrea fino ad ora sono eccellenti e siamo appena alla metà del girone di andata. Il tutto frutto della voglia di riscatto dopo la difficile stagione senese. La sua serenità ha contaggiato l’ambiente biancoverde ed il suo motto “Stai sereno sempre” è diventato lo slogan dei suoi fans e dei tifosi biancoverdi. Il play triestino è stato super anche nella sconfitta di Scafati. Ma non c’è tempo di pensare a quello che è stato, perchè domenica arriva Teramo.
Andrea le cifre parlano chiaro. Fino ad ora hai totalizzato 15 punti per gara in 29’, 2,5 assist a partita un valutazione media per partita di 17. Sei tu il vero leader di questa Scandone?
“Gli elogi fanno certamente piacere, ma io sto facendo solamente il mio dovere. Sto svolgendo il mio lavoro, sto giocando molto bene e ne sono contento. Ma la cosa importante è che ne tragga vantaggio la squadra e non Andrea Pecile”.
A Scafati avete giocato una partita eccellente. Poi Lauwers ha inventato un canestro impossibile. Più bravi e fortunati loro o pensi che abbiamo peccato noi a rimbalzo e nel non chiudere prima la gara?
“Possiamo discutere su quel che è accaduto sabato scorso ore ed ore. La verità è una sola. Se Lauwers non avesse centrato quel miracolo penso che la partita l’avremmo portata a casa noi. La differenza sta in quella tripla segnata allo scadere. Non possimo negarlo, noi abbiamo giocato nettamente meglio”.
Domenica arriva Teramo. La squadra di Dal Monte è un avversario ostico che ha grande talento. Fino ad ora anche gli abruzzesi sono stati sfortunati perdendo diverse gare sulla sirena. Cosa pensi del team biancorosso e cosa potrà fare la differenza?
“Sono pienamente d’accordo . Teramo ha un talento eccezionale, Grundy, Nolan, Janicenoks sono giocatori super. A mio avviso dovrebbero avere molto più punti in classifica. Sono una squadra rognosa. Noi dovremmo cercare di esprimerci al meglio, cercando di dimenticare Scafati. La differenza la farà la nostra difesa, che partita dopo partita sta migliorando. Domenica l’obiettivo sarà provare a giocare bene dall’inizio e cercare di coinvolgere il pubblico, che spero sia numeroso. A proposito, non posso fare altro che elogiare i tifosi biancoverdi per il loro affetto. Peccato non avergli potuto regalare nel derby la vittoria”.
Andrea Pecile cosa farà, rimarrà ad Avellino fino al termine della stagione o farà valere la sua opzione dell’Eurolega escape?
“Adesso ci sono tante voci. La settimana scorsa si parlava di Bologna. Molti rumors sono fondati altri sono ad effetto. Non nego che fino ad ora qualche offerta è arrivata, ma ho rifiutato. Non posso promettere che rimarrò. Sono orgoglioso di far parte di questa squadra. Queste voci di mercato che riguardano me o altri giocatori della Scandone non devono influenzare l’ambiente. Anzi quest’attenzione nei nostri confronti fa piacere ed è da vedere positivamente. Ciò vuol dire che stiamo lavorando bene e stiamo facendo una buona pallacanestro. Questo a dispetto di tutti coloro che fino a qualche settimana fa ci davano per perdenti, considerandoci una squadra senza né capo né coda”. (di Giovanni La Rosa)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here