Basket Femminile – 3° giornata: ACSI-Sorrento: 63-61

0
10

Uno spareggio salvezza doveva essere e uno spareggio salvezza è stato. Non per l’esito finale di un torneo appena iniziato, ancora lungi da emettere verdetti, ma per il pathos che era palpabile tra le giocatrici in campo nella ‘ghiacciera’ della tendostruttura di via Tagliamento. L’andamento del match ne è stata l’inevitabile conseguenza. Acsi a fare la gara, per scacciare nubi fosche che si erano addensate dopo le prime due sonore batoste, e Sorrento a rintuzzare colpo su colpo sino al colpo di reni finale, fortunatamente non a segno per la gioia di Buglione e compagne. Le biancorosse giunte in ritardo ed in formazione rimaneggiata, solo sei a referto, hanno pagato proprio la partenza a freddo, incassando un parziale di 9-0 nei primi quattro minuti. L’avvio è a strappi. Break e controbreak, volendo fare un paragone tennistico, il “servizio” non è il pezzo forte delle dieci in campo eppure si gioca sul “veloce”: 8-2 Sorrento e poi ancora 10-3 Acsi per il 21-11 di fine primo quarto. Coach Giordano è bravo a gestire il pacchetto delle esterne scandendo con efficacia le rotazioni. Se le lacune offensive sono evidenti, la circolazione di palla è migliore che in altre circostanze. A giovarsene è Geda Dell’Anno, per lei 17 punti ed un presenza in post basso disarmante per Stinga e Brancaccio. Le lunghe del presidente Astarita provano a rendere pan per focaccia dimezzando lo svantaggio nel secondo quarto (34-29). Le ospiti, che lamentano le assenze sul perimetro del play Di Palma e dell’esterna Astarita, si affidano alle sortite offensive di Francesca Esposito, motorino inesauribile ed alla fine migliore marcatrice dell’incontro con 21 punti. Le padrone di casa tengono le avversarie a distanza di sicurezza raggiungendo il massimo vantaggio al 27’ (46-35). Qualche leggerezza di troppo delle biancoazzurre rimette in gioco il Sorrento: il trio Esposito-Brancaccio-Stinga riapre completamente la contesa (48-46 al 29’). La gara sale di tono e l’Acsi prova a chiuderla con Alessandra TedescoZ (60-51 al 36’) prima del clamoroso colpo di coda ospite. Un parziale di 10-3 con 8 punti di Esposito che consente a Stinga di avere tra le mani addirittura il match point: la lunga lo fallisce da oltre l’arco.

ACSI BASKET ’90 AVELLINO – POLISPORTIVA SORRENTO: 63-61
Acsi: Spinazzola 6, G. De Feo, R. De Feo, Morena 2, D. Buglione 15, R. Dell’Anno 2, Gaito 9, Tedesco 10, B. Buglione 2, G. Dell’Anno 17. Coach: Luca Giordano Sorrento: Esposito 21, Longo 4, Lazzazzara 9, Stinga 11, Brancaccio 13, De Pasquale 3. Coach: Savarese Parziali: (21-11); (34-29); (50-46) Arbitri: De Prisco Giuseppe e De Prisco Davide di Nocera Inferiore (SA)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here