Basket C2 – Ancora una sconfitta nel finale per il Cab

0
5

Solofra – Il CAB Solofra paga il dazio per la terza volta consecutiva; dopo Arzano stavolta a passare indenni il confine del palazzetto conciario sono i lucani del CTR Senise. Tre sconfitte consecutive nelle ultime tre giornate, guarda caso maturate tutte nel rush finale. Contro il Senise sembrava fatta appena a due minuti dal termine con i gialloblù conciari, guidati da un super Fioretti – top scorer dell’incontro – avanti di 8 lunghezze. Poi il black-out (classico ormai) e Senise che ritrova la misura del canestro risalendo la china fino a vincere nel supplementare. Ma al cospetto delle torri argentine Manzotti-Marin, i ragazzi del patron Nino Ferri hanno ben figurato, costringendo addirittura l’ex Agropoli a sporcare il proprio scout solo nel terzo quarto dopo una serie impressionante di errori. Limitata la potenza degli ‘albiceleste’, coach Pierino Daraio – a cui è mancato un Durante convocato ma solo per i numeri – trova in Rocco Palazzo l’MVP del match con 27 punti pesantissimi ed autore delle due bombe del 55 pari del quarto periodo.
E così il primo quarto della sfida eterna tra Solofra e Senise scorre via in sostanziale parità (11-14 al 10’). In apertura del secondo periodo l’impennata: i sinnici scappano al massimo vantaggio di dieci punti ma il lento incedere della manovra offensiva ospite scatena Enrico Fioretti che con due triple riporta in equilibrio il match. Recuperato il gap di dieci punti, il CAB porta il muso avanti anche di due possessi. In bambola Daraio che prova a buttare in mischia anche il dolorante Lino Durante. Gonzalo Marìn sbaglia l’impossibile e chiude il primo tempo con un orrendo 0/12 dal campo. Al riposo lungo Solofra è avanti di sole due lunghezze (29-27 al 20’). Inerzia che non muta neanche nella terza frazione con il Solofra che mantiene sempre il vantaggio grazie alla spinta di Fioretti con Senise che resta sempre a contatto grazie alla ritrovata vena realizzativa di Marìn (41-39 al 30’). Nell’ultima frazione di gara accade tutto ed il contrario di tutto. Gallaro indovina la tripla del nuovo +6 Solofra; il CAB spinge grazie anche agli acuti del giovane playmaker Gabriele Pisano. Quando alla sirena finale mancano 2’, i ragazzi di Giordano si trovano a gestire tre possessi di vantaggio. Ultimo giro di lancette con Senise all’arrembaggio: Marìn trova la tripla della disperazione da oltre sette metri e sale in cattedra Palazzo, colpevolmente lasciato isolato in due ravvicinate occasioni dalla difesa gialloblù. Due le triple consecutive messe a segno dal playmaker sinnico e gara che va ai supplementari. Più freschi gli ospiti, decisamente poco concentrati i padroni di casa che tirano, forse troppo presto, i remi in barca nell’extra time. Domenica è ‘mission impossible’ per capitan Nigro e soci: si va alle porte del Cilento, nella nuova tana dell’Agropoli (uno splendido PalaCilento), dove ad attendere i conciari ci sarà l’epico gigante croato di 2 metri e 7, Davor Krusevljanin.

CAB SOLOFRA 70 – CTR LA CASCINA SENISE 74 (d. 1 t.s.)
(11-14; 29-27; 41-39; 55-55)
SOLOFRA: Liucci, Silvestri ne, Gallaro 13, Esposito ne, Nigro 9, Giuliani 9, Pisano D., Pisano G. 6, Fioretti 33, Casullo. All.: Giordano
SENISE: Sassano, Durante, Addolorato ne, Albanese 14, Genovese, Marin 17, Palazzo 27, Venuto 3, Manzotti 12, Marranchiello ne. All.: Daraio
Arbitri: D’Angelo di Pozzuoli (NA) – Bianco di Massa Lubrense (NA).
Note: Usciti per cinque falli Venuto (Senise), Liucci (Solofra).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here