Basket Avellino, domenica amarcord per Sacripanti, Leunen e Buva a Cantù

Basket Avellino, domenica amarcord per Sacripanti, Leunen e Buva a Cantù

12 Novembre 2015

Sarà una domenica amarcord per coach Pino Sacripanti che sarà di scena con la Sidigas Avellino nella sua Cantù, città natale del tecnico al primo anno sulla panchina biancoverde.

A Cantù, Sacripanti ha allenato per ben 9 anni, dal 2000 al 2007 e dal 2013 fino alla scorsa stagione, vincendo una Supercoppa nel 2003.

E sempre domenica contro Avellino, potrebbe fare il suo esordio da nuovo patron di Cantù Dmitry Gerasimenko, il miliardario re dell’acciaio e del gas.

Gara da ex anche per il fido assistente di Sacripanti, Massimiliano Oldoini.

Saranno invece alla prima da ex sia Leunen che Buva, gli ultimi due tasselli del mercato estivo della Sidigas Avellino. Il lungo americano, dopo la parentesi tedesca ad Ulm, ha risposto presente alla chiamata di Sacripanti. Cinque stagioni in Brianza da protagonista, oggi uomo fidato del tecnico canturino, ma con un rendimento ancora ondivago. Nel posticipo di lunedì contro Sassari: zero punti in 31′ e –20 di plus-minus in una gara persa di due: nessuno peggio di lui tra gli americani in Serie A.

Ad arrivare sulla cresta dell’onda è Ivan Buva: due gare da mvp in otto giorni.

Dopo aver ritoccato il suo primato in carriera contro Trento (26 punti) sono arrivati i 29 punti contro Sassari. Il croato 24enne era finito addirittura sulla lista di sbarco.

Sempre in tema di lunghi, la Sidigas Avellino sarà costretta domenica a stringere la cinghia, visto l’acuirsi delle problematiche che stanno affligendo la schiena di Giovanni Pini, in trasferta per curarsi in quel di Brescia.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.