Basket – Air: previsto per fine settimana l’arrivo di Nelson

0
1

Prima domenica di riposo per i cestisti biancoverdi. Gli atleti, dopo una settimana di doppie sedute fatte di nuoto, atletica e primi esercizi con la palla (transizione e doppie uscite) hanno potuto finalmente godere di un pò di tranquillità e relax. Pia illusione, da domani si torna punto e a capo: doppio allenamento e poi martedì tutti in viaggio, per affrontare mercoledì la prma amichevole a Solesino (Pd) contro la Benetton Treviso. Da quì in poi saranno 15 giorni di fuoco per Troutman e compagni, alle prese con gli allenamenti in Valtellina e il ricchissimo (e super-impegnativo) calendario di amichevoli stilato da coach Pancotto. L’ex Fortitudo può però essere soddisfatto: giovedì si aggregherà infatti alla squadra Philip Dylewicz, mentre il visto di Demarcus Nelson è atteso per venerdì, con il giocatore che dovrebbe raggiungere i biancoverdi nel fine settimana, o al massimo lunedì. C’è grande attesa per conoscere questo classe ’85 di cui, da più parti, si dice un gran bene. Lo staff è curioso di valutare e toccare con mano il pupillo di coach ‘K’ all’università di Duke e soprattutto si vuole valutare quale può essere la sua dimensione di gioco: un ‘finto 2’ che porta palla e gioca a fianco di un ‘finto 1’ (Dee Brown) con compiti di realizzazione. Uno schieramento interessante, non altissimo ma sicuramente il più veloce di tutta la lega A. Bisogna inoltre vedere come e quanto è migliorato Nelson nel tiro da fuori, specialità che gradisce poco vista la sua innata attitudine a sfruttare il fisico per attaccare il ferro. Intanto, la notizia del suo arrivo ad Avellino ha entusiasmato non solo la piazza ma anche i suoi compagni di squadra, a dir poco felici per il suo tesseramento. Il gruppo di americani ha sottolineato come Nelson possa fare la differenza in Italia come in Eur opa: Dee Brown, che condivide con Nelson un passato da superstar a livello di college e una nomina ‘All America’ ha fatto sapere di non vedere l’ora di giocare al fianco dell’ex capitano di Duke. Quest’estate i due hanno già avuto modo di incontrarsi e confrontarsi poichè Nelson quest’estate si è allenato a Chicago, città natale di Brown, dove era anche riuscito a strappare un contratto garantito al minimo salariale con i Bulls. La ‘paura’ di finire nuovamente in D-League, estromesso dalla prima squadra, ha fatto prendere al giocatore la scelta di venire ad Avellino dove ha il posto da titoare garantito, assicurandosì così l’opportunità di potersi mettere in mostra di fronte ai Gm europei e agli scout Nba. (giu.mat)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here